Valentina Parisse – Vischio

VALENTINA PARISSE FUORI DA OGGI SU RADIO KISS KISS IL NUOVO SINGOLO VISCHIO (L’ALTRA FACCIA DEL NATALE)

Dopo il successo estivo di “Animali”, VALENTINA PARISSE in questo singolo ci racconta il Natale e lo fa da un punto di vista alternativo, non convenzionale.

Con VISCHIO, scritto dall’artista in collaborazione con Leo Pari e Simone Guzzino, prodotto da Gianmarco GrandeVALENTINA PARISSE, con la giusta dose di ironia, ci racconta quanto ci si possa sentire soli anche in mezzo a tante persone, in un’apparente atmosfera di festa e gioia, dove molti indossano soltanto una maschera (ma ti sei accorto del freddo che fa mentre aspetti che arrivi l’amore che fa sempre tardi tu sorridi lo stesso tra gli altri). Con l’avvicinarsi di gennaio tutto poi si fa oggetto di bilancio (siamo sempre i soliti pieni di buoni propositi / alla fine tiriamo le somme).

Nel testo, VALENTINA PARISSE, con un linguaggio diretto e sincero, invita a riflettere su quanto poco basterebbe per regalarsi e regalare un sorriso, andando oltre l’apparenza di tavole imbandite, luci colorate e regali, recuperando invece il senso autentico del Natale.

Un messaggio, che viene ben rappresentato anche dal video del brano VISCHIO, volutamente paradossale. Come accade nei sogni, spesso svincolati dalla realtà, la pellicola mostra un susseguirsi di immagini grottesche, estreme e provocatorie, come quelle del Babbo Natale che si ubriaca e ruba o della bambina che brucia prima la letterina di Natale e poi addirittura l’albero. Scene surreali che rappresentano l’enorme disorientamento, la mancanza di sicurezza per il futuro, la solitudine di questi ultimi tempi, che durante il periodo delle feste si amplificano. Ma, come in tutti i sogni, ci si sveglia e sta a noi tutti comprendere che basterebbero pochi gesti autentici e veri per sentirsi migliori e più vicini agli altri.

VISCHIO – TESTO

Siamo sempre i soliti
Pieni di buoni propositi
Alla fine tiriamo le somme
Da soli nella macchina
Nel traffico della via lattea
La luna da qui sembra enorme
Con le luci tutte accese
Santa notte di dicembre
Ma io corro sbagliando le strade
Nei negozi troppa gente
Poi la cena coi parenti
E sempre le stesse domande Io rimango a fissare i regali
Come le webcam nei supermercati
Ma ti sei accorto
Del freddo che fa
Mentre aspetti che arrivi
L’amore che fa sempre tardi
Tu sorridi lo stesso tra gli altri
Siamo sempre i soliti
Calmi a volte ironici
Alla fine tiriamo le bombe
A capodanno che farai
Quest’anno cosa cambierai
L’indirizzo e un paio di gomme
Ma ti sei accorto
Del freddo che fa
Mentre aspetti che arrivi
L’amore che fa sempre tardi
Tu sorridi lo stesso tra gli altri
Ma non mi importa del freddo che fa se stanotte
Si è fermato pure il disco
Baci a vuoto sotto il vischio
Suona ancora la canzone
Di chi è solo come me
Basterebbe così poco
Anche adesso Il calore di chi ti abbraccia davvero
Sui cartelli la pubblicità
Dice siamo più buoni
E io quasi ci credo
Ma ti sei accorto
Del freddo che fa mentre aspetti che arrivi
L’amore che fa sempre tardi
Tu sorridi lo stesso tra gli altri
Ma non mi importa del freddo che fa se stanotte
Si è fermato pure il disco
Baci a vuoto sotto il vischio
Suona ancora la canzone
Di chi è solo
Come me

ultime canzoni inserite

Onerepublic – Hurt

Rita Ora – Ask & You Shall Receive

FAST BOY X RAF – Wave

Camila Cabello, Drake – Hot Uptown