Mace, Chiello, Coez – Ruggine

MACE chiello Coez
‘RUGGINE’
ESCE OGGI SU RADIO KISS KISS
“RUGGINE” feat. CHIELLO, COEZ

Esce oggi in digitale e in rotazione radiofonica “RUGGINE”, il nuovo singolo di MACE con CHIELLO e COEZ che anticipa l’uscita dell’atteso album MAYA, disponibile da venerdì 5 aprile nei formati CD, 2LP colorato e autografato e in digitale su tutte le piattaforme di streaming per Island Records / Universal Music Italia.

La produzione di “RUGGINE” si ispira alle atmosfere della New Wave britannica degli anni ‘80.
Nella traccia sono i contrasti a definirne l’essenza: tra l’impatto aggressivo della sezione ritmica e la sospensione di synth e chitarre sognanti, tra la spensieratezza della melodia e il testo lacerante degli ospiti CHIELLO e COEZ.

Insieme a “NON MI RICONOSCO”, con SALMO e centomilacarie, “RUGGINE” anticipa l’uscita del nuovo producer album di MACE, “MAYA”.

“MAYA”, traducibile con “inganno”, è un termine che nasce dalla filosofia induista per esprimere la grande illusione che avvolge ciò che definiamo comunemente come “reale”, un velo che nasconde la vera Natura delle cose e di noi stessi.
Seguire questa visione significa esercitarsi a vedere l’universo come un unico organismo, interconnesso e immateriale, esplorare il mondo dell’inconscio, dell’invisibile, del segreto, scostare leggermente il velo della fisicità in modo da poter liberare lo sguardo sulle cose.

Impalpabile, (quasi) immateriale, la musica ha il potere di condurre altrove, di trasportare chi ne fruisce in dimensioni che evadono dalla realtà che percepiamo come oggettiva, schiudendone la porta.
Il nuovo album di MACE nasce, anche, da questa visione. Da una parte il desiderio del produttore multiplatino di accompagnare l’ascoltatore in dimensioni immateriali, di percorrere un vero e proprio viaggio attraverso le atmosfere psichedeliche delle produzioni, e di condurre le numerose voci ospiti fuori dalla loro zona di comfort.

RUGGINE – TESTO

Come potrei rimanere senza di te
È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine

Come potrei rimanere senza di te
È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine

Lo stesso filo che ci lega, a volte ci annega
A volte é un filo, a volte é una catena
Tu non ridi mai di me ma con me
Ma com’è, che te ne, vai via stasera

Ad ogni porta che socchiudo le dita dentro
Balliamo lento, l’impianto è spento
Siamo nessuno per qualcuno però non ne vale la pena
Ho fatto un giro su all’inferno e non mi sembra vero
Sono ritornato intero o almeno credo

Come potrei rimanere senza di te
È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine
Come potrei rimanere senza di te

È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine

Era lo scorso inverno ed io, volevo già sbocciare
Piccoli tagli, sulle tue gambe per darmi una lezione
Sec-che no, che non ti ho nemmeno chiesto scusa, scusa
Senza te, non saprei come fare
Mi vorrei distruggere

Ho fatto un giro su all’inferno e non mi sembra vero
Sono ritornato intero o almeno credo
Amore, se è amore, quando se ne va ma dove?

Ragione, è ragione
Quando chiudi come fai ma come?

Come potrei rimanere senza di te
È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine

Come potrei rimanere senza di te
È passata un’ora e mi vorrei già distruggere, distruggere
Se non mi usi più, sarò ruggine

Ruggine

ultime canzoni inserite

Onerepublic – Hurt

Rita Ora – Ask & You Shall Receive

FAST BOY X RAF – Wave

Camila Cabello, Drake – Hot Uptown