Carl Brave e Noemi – HULA-HOOP

YouTube musica

La coppia multiplatino Carl Brave-Noemi è tornata con un nuovo singolo dal titolo “HULA-HOOP“.

Scritto e prodotto da Carl Brave, il brano ha uno stile accattivante, leggero ma allo stesso tempo ricercato e inconfondibile del sodalizio artistico e umano nato con “Makumba” (certificato Triplo Platino), che fonde i rispettivi stili senza far perdere a ciascuno la propria identità musicale.

In questa estate di vera ripartenza, che vede entrambi gli artisti in tour, le sonorità a tratti vintage di “HULA-HOOP” richiamano alla mente le immagini luminose delle villeggiature all’italiana. Il testo, ironico ma anche romantico, è una metafora della vita che con le sue difficoltà ci fa rimanere tutti come in equilibrio dentro un hula hoop.

ph Instagram Carl Brave

Carl Brave e Noemi HULA-HOOP – TESTO

Ferragosto, ti devo beccare ad ogni costo
anche a costo di dormire sulla riva
sul lettino di telline a Terracina, ahi, ahi
vado giù a buttare l’immondizia
ti lascio lo stecco di liquirizia
ma quando ritorno non ti trovo più.

Sei mia, fuori da qui,
è andata così
sei un numero in rubrica
che non chiamerò più
tu che metti giù
ma se chiami vengo
a costo di tornare in autostop
in equilibrio dentro a un Hula hoop
e forse oggi è il caso
di staccare, care, care
prendi un casco
e andiamo al mare, mare, mare
per il bianco d’estate
che non si vede il rosso
la spiaggia di notte
sembra il pianeta rosso
rosso, rosso, mare mosso
e tu sei la mia boa
Stretta a te come un boa
ti saluto aloa

T’affacci alla finestra, ah ah
di ieri non ricordo più
metti il vestito a destra (perché?!)
ti sta meglio il rosso, ah ah

Non fare l’appiccicoso, eh eh, eh
mi fai venire il mal di testa, eh, eh, eh
a volte giuro sei un lavoro, eh, eh, eh
a volte sei un capolavoro, eh, eh, eh

Sparisci
e ricompari come un pop up
che si apre ancora dentro un sito hard
ore, giorni, settimane
come un cane in autostrada
che resta fermo ad aspettare
a costo di tornare in autostop
in equilibrio dentro a un Hula hoop
e forse oggi è il caso
di staccare, care, care
prendi un casco
e andiamo al mare, mare, mare
per il bianco d’estate
che non si vede il rosso
la spiaggia di notte
sembra il pianeta rosso
rosso, rosso, rosso
mare mosso
e tu sei la mia boa
Stretta a te come un boa
ti saluto aloa
aloa, ah ah ah
ah aloa, aloa

Se io
fuori da qui
è andata così
sei un numero in rubrica
che non chiamerò più
tu che metti giù
ma se chiami vengo
a costo di tornare in autostop
in equilibrio dentro a un Hula hoop
e forse oggi è il caso
di staccare, care, care
prendi un casco
e andiamo al mare, mare, mare
per il bianco d’estate
che non si vede il rosso
la spiaggia di notte
sembra il pianeta rosso
rosso, rosso, mare mosso
e tu sei la mia boa
Stretta a te come un boa
ti saluto aloa.

ultime canzoni inserite

Francesca Michielin – Bonsoir

Ditonellapiaga – Disco (I love it)

Imagine Dragons – Sharks