Super Bowl, trionfa l’hip hop ed Eminem si inginocchia

Lo show del Super Bowl è stato il trionfo dell'hip hop. Ad attirare l'attenzione anche il gesto di Eminem che si è inginocchio sul palco.

Si è tenuto al SoFi Stadium di Inglewood lo show americano più atteso dell’anno. Il Super Bowl, la finale del campionato della National Football League, ha visto trionfare i Los Angeles Rams, che hanno vinto 23-20 contro i Bengals.

Ciò che rende il Super Bowl così speciale è senza dubbio lo show che si tiene durante l’intervallo della partita. Per la prima volta i protagonisti sono state le star dell’hip hop.

A salire sul palco quest’anno sono stati: Dr. Dre, Snoop Dogg, Mary J. Blige, Eminem, Kendrick Lamar e, a sorpresa, 50 Cent.

Il primo ad aprire lo show è stato Dr. Dre, vera istituzione della scena rap statunitense; ha proseguito Snoop Dogg (negli ultimi tempi al centro di pesanti polemiche in America dopo le accuse di violenza sessuale), seguito da Mary J. Blige, circondata di ballerini.

Subito dopo è subentrato Kendrick Lamar, seguito dall’incursione di 50 Cent, inizialmente non prevista, e infine è salito sul palco Eminem. Quest’ultimo, al termine della sua esibizione, si è inginocchiato per rendere omaggio al celebre gesto fatto nel 2016 dall’ex dei San Francisco 49ers, Colin Kaepernick: il quarterback si inchinò durante l’esecuzione dell’inno americano, in segno di protesta contro le brutalità della polizia sui neri.

All’evento che precede il Super Bowl, invece, hanno preso parte anche i Maneskin, che sono stati tra il pubblico durante lo spettacolo di Miley Cyrus.

Insieme agli artisti dell’hip hop, al Super Bowl si è registrata la presenza di grandi star di Hollywood, tra cui: Ben Affleck con Jennifer Lopez, Ryan Reynolds, Kanye West, Justin Bieber e Charlize Theron. Ad attirare particolarmente l’attenzione, è stato Harry d’Inghilterra, arrivato a sorpresa con la cugina Eugenie di York e senza la moglie Meghan.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Novità assoluta nel vocabolario Treccani. Cosa comporta? Lo spiega su Kiss Kiss il prof. Marazzini, presidente dell’Accademia della Crusca.
Checco Zalone è autore di un brano per l’edizione 2022 dello Zecchino d’oro. Insieme a lui, altre firme importanti.