Calcio, Inter avvio lento in Champions, Napoli successo con brivido

Tre pareggi e una sola vittoria, il bottino delle squadre italiane alla prima giornata della fase a gironi di Champions League. Piuttosto magro, a dire il vero. Ma se Newcastle e Atletico Madrid erano avversarie di alto livello per Milan e Lazio, lo stesso non si può dire della Real Sociedad che in Liga dopo cinque giornate è già staccata di nove punti dal Real Madrid, eppure ha dato filo da torcere all’Inter che ha riacciuffato l’1-1 solo a pochi minuti dalla fine, dopo che Sommer con un intervento miracoloso l’aveva tenuta in partita. Inzaghi dovrà riflettere sul turnover che ha portato a schierare cinque giocatori nuovi rispetto al derby stravinto (“Ma andava fatto” dirà nel dopopartita)  e sull’opportunità di effettuare la rotazione forse in campionato, non certo in Europa dove servono i migliori sempre. Asllani e Arnautovic non hanno colto l’occasione, da rivedere anche Pavard e Carlos Augusto, De Vrij arruginito, ma non è che i titolari o presunti tali abbiano brillato poi molto: Bastoni male, Dumfries e Mkhitaryan spaesati, Barella rischia il rosso, Lautaro assente ingiustificato fino al goal. Insomma, un quadro tutt’altro che esaltante. A questo si aggiunga la vittoria del Salisburgo a Lisbona con il Benfica (2-0) che accende subito il gruppo D. Pertanto la sfida del 3 ottobre con i portoghesi al Meazza diventa una gara spartiacque.

Sorride per il risultato, non per la prestazione, il Napoli che passa (2-1) a Braga, ma soffrendo tantissimo nel finale con i portoghesi che, nessuno se n’abbia a male, valgono una neopromossa della nostra serie A (oggi, a dire il vero, anche meno del Frosinone). Gli azzurri spreconi e sfortunati del primo tempo -dove occorre un gioiello del capitano Di Lorenzo per sbloccare lo score- lasciano spazio nella ripresa alla peggior versione di sé stessi. Infatti subiscono il pari e rischiano di tornarsene a casa con un punticino che avrebbe affossato l’umore di squadra e ambiente. Solo che stavolta la buona sorte decide di assisterli un po’ e piazza sullo stinco di Niakaté un cross velenoso di Zielinski che il maliano scaraventa nella propria porta e stampa sul palo un sinistro a botta sicura di Pizzi. Tanto basta, il Napoli incassa i tre punti e può guardare con fiducia ai prossimi impegni. Domenica il Bologna, a seguire Udinese, Lecce e Real Madrid.

A proposito, in questo primo turno di Champions, la squadra di Ancelotti è riuscita a piegare la resistenza dell’Union Berlino al Bernabeu solo al quarto minuto di recupero. Che dire: magari, il gruppo C, un paio di sorprese potrebbe ancora riservarle.

Foto: tuttomercatoweb.com

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Marco D’Amore è stato ospite negli studi di Radio Kiss Kiss. Ci ha raccontato del suo ultimo film, ma anche della sua carriera nel cinema.
Sono stati approvati una serie di regolamenti sul Codice della strada non esattamente in linea con la stretta sulla sicurezza. Vediamoli.