Russell Crowe: “Suonare e scrivere canzoni, la mia grande passione”

Alla Festa del Cinema di Roma, Russell Crowe ha tenuto una masterclass che, però, è diventata la sede per qualche racconto su di sé.
Un vero e proprio show quello dell’attore australiano a Roma.

Russell Crowe è stato grande protagonista della Festa del Cinema di Roma. Quella che doveva essere una masterclass, con tanti studenti di cinema accorsi da lui per imparare concetti e segreti del mestiere, è invece diventato un momento ancor più speciale.

“Il bello di invecchiare, e io sono vecchio ormai a 58 anni, è poter insegnare quello che ho imparato. Una sola regola: non voglio domande tipo cosa ho mangiato a colazione. Voglio parlare solo di cinema, di ciò che succede davanti e dietro la macchina da presa”. Erano state queste le premesse di Russell Crowe, che sono state mantenute, o quasi.

Infatti, il protagonista de Il Gladiatore si è dimostrato un trascinatore, animando l’incontro, forse non proiettando tutte le clip che doveva analizzare, ma in compenso dando consigli e scherzando, addirittura cantando in un certo momento. “Scrivere canzoni e suonare sono la mia grande passione. Ma non ci pago le bollette. Vi diranno di concentrarvi solo su una cosa. Non li ascoltate. Se avete una passione non sprecatela: è una fortuna, consideratevi privilegiati” – ha infatti raccontato l’attore, parlando di quello che più lo appassiona lontano dal set.

L’interprete di A Beautiful Mind ha poi dedicato del tempo ai suoi trascorsi e alle sue origini nel cinema: “Mi dicono: sei stato un bambino prodigio. No, sono stato un bambino comparsa. Ho fatto tanta tv, poi ho iniziato a scrivere canzoni e a suonare. Ho recitato nei musical come Grease, fatto 420 repliche di Rocky Horror Picture Show.Ho lavorato come deejay nei night, fatto i turni da barman. Nessuna scuola di recitazione. Questo sono io, non un prodotto di Hollywood. Il primo lungometraggio è arrivato a 25 anni con duemila performance alle spalle”.

Qualche giorno fa, appena arrivato a Roma, Russell Crowe aveva speso anche qualche parola per la sua fede calcistica. “Il Colosseo è nel Lazio”, aveva dichiarato la star, indicando i biancocelesti come sua squadra italiana preferita. Insomma, se c’è lui coinvolto, è impossibile annoiarsi.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Su Radio Kiss Kiss, abbiamo scoperto le meraviglie di Alta Val Tidone, guidate dalle parole del Sindaco Franco Albertini.
“All I Want For Christmas Is You” è il classico natalizio per eccellenza. Ma quanto porta, ogni anno, nelle tasche di Mariah Carey?