Sapri, comune campano in provincia di Salerno

Oggi ci troviamo in provincia di Salerno, a Sapri, uno splendido comune della Campania. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.

In questo appuntamento di “Saluti da Kiss Kiss“, rubrica in onda dal lunedì al sabato su Radio Kiss Kiss, facciamo tappa a Sapri, caratteristico comune della Campania in provincia di Salerno. Si trova in Cilento, nel Golfo di Policastro, al confine con la Basilicata.

Ma scopriamo meglio questo incantevole comune!

Cosa vedere e cosa fare a Sapri?

  • Chiese: ci sono due parrocchie, quella dell’Immacolata Concezione con la Chiesa Madre in piazza Plebiscito e quella di San Giovanni Battista.
  • La Specola: si tratta dell’ex Osservatorio, costruito nel 1927 ed è alto 15 metri. La torre si trova all’ingresso del paese. Di fianco si trova l’obelisco dedicato a Carlo Pisacane.
  • Pozzo di San Vito: situato alle spalle della Chiesa dell’Immacolata, nel centro storico Marinella. Famoso perché al Santo Patrono è attribuito, tra gli altri, il miracolo di aver purificato le acque dell’unico pozzo che all’epoca era a servizio della città.
  • Statue della Spigolatrice: la prima si trova in mare, sullo Scoglio dello Scialandro; la seconda si trova al centro dei giardini sul lungomare.
  • Attività all’aperto: presenti sul territorio molti percorsi di trekking che fanno godere di panorami mozzafiato. Molto conosciuto il sentiero “Apprezzami l’asino”.
  • Spiagge: Sapri è conosciuta per la bellezza del suo mare e per la qualità delle sue acque. Ha ottenuto ripetutamente il riconoscimento della Bandiera Blu. Presenti molte spiagge ed insenature.

Cosa mangiare a Sapri?

  • Tagliatelle con frutti di mare
  • Alici imbottite
  • Zuppa di fave fresche
  • Polpo alla luciana
  • Sfogliatelle ricce

Ecco alcuni ristoranti da provare!

  • Ristorante Lucifero
  • Ristorante San Giorgio
  • Locanda La Baia

A Radio Kiss Kiss è intervenuta Amalia Morabito, assessore al turismo del comune di Sapri:

«Sapri è un paese che non è solo mare. Certo ha una costa meravigliosa e un mare pulitissimo, infatti da anni abbiamo ricorrentemente la Bandiera Blu, ma abbiamo anche una sentieristica molto interessante. Il nostro paesaggio va dal mare alla montagna con bellissimi percorsi di trekking. Tra i nostri sentieri c’è quello chiamato “Apprezzami L’Asino”. La Specola è una Torre Osservatorio che si trova all’ingresso del paese. Sembra la torre di un castello, invece veniva utilizzata come osservatorio, da cui si aveva un’ampia veduta. Inoltre, avrete sentito della statua della “Spigolatrice di Sapri“, che si trova all’interno del paese ed è fruibile da tutti. Ce n’è anche un’altra che si può vedere solo via mare, perché si trova sullo Scoglio dello Scialandro. Il pozzo di San Vito si trova nel rione storico di Sapri, La Marinella, ed è accompagnato da molte leggende.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.