Roby Facchinetti: “Io e la musica siamo un tutt’uno. I Pooh mi mancano”

Roby Facchinetti, super artista ed ex Pooh, si è raccontato ai microfoni di Radio Kiss Kiss nel programma "Fuori Tutto" con Pippo Pelo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Un super artista, membro di uno dei gruppi musicali più amati della storia italiana, è l’ospite di questo appuntamento con “Fuori Tutto” condotto da Pippo Pelo: Roby Facchinetti. Da pochissimi giorni, dal 26 novembre, è uscito il suo nuovo album “Symphony” che contiene 19 canzoni, tra cui grandi classici dei Pooh rivisitati e cinque inediti.

Pippo Pelo: «53 album pubblicati con i Pooh, 55 anni di carriera, il nuovo album. Non ti fermi mai.»
Roby Facchinetti
: «Non bisogna mai fermarsi. Io prego ogni mattina che la fantasia e la creatività non mi abbandonino. E per ogni uomo è importante non perderle. Senza fantasia e creatività si muore. Da sempre ho avuto a che fare con la musica, fin da bambino, grazie a mia madre che ascoltava musica classica e sinfonie 24 ore al giorno. Sento di essere un tutt’uno con la musica. Perciò mi è impossibile staccarmi dalla musica.»

Pippo Pelo: «I Pooh ti mancano?»
Roby Facchinetti
: «Beh, sì. Io davvero li sogno tutte le notti, tutti e cinque. A volte anche tutti e sei, con Riccardo che è stato con noi per i primi sette anni importantissimi. Per me l’immagine dei Pooh restano i quattro, più il quinto che abbiamo sempre considerato Valerio Negrini, che, oltre ad essere il nostro poeta, è stato il fondatore dei Pooh. Quindi sì, i Pooh mi mancano.»

Pippo Pelo: «Anche “Uomini soli” è inserito nel tuo album “Symphony”…»
Roby Facchinetti
: «Sì, perché avevo bisogno di far capire da subito la filosofia del mio progetto. Ho voluto incidere i classici con un’orchestra sinfonica. Ho sempre amato le grandi orchestre con i loro suoni autentici.»

Pippo Pelo: «Tu hai amato più di una donna nella tua vita e ora hai una grande famiglia allargata, costituita da bellissimi rapporti. Cosa pensi delle donne?»
Roby Facchinetti
: «Sono stato molto fortunato, mi sono innamorato pochissime volte e follemente. Quelle poche volte, le donne le ho sposate e ho condiviso parte della mia vita con loro. Ho fatto dei figli perché i figli sono la testimonianza tangibile dell’amore più alto, vero, profondo. Ammiro e amo le donne di oggi che sono riuscite a conquistare l’indipendenza.»

Pippo Pelo: «Hai un talento nascosto?»
Roby Facchinetti
: «La musica mi ha sempre assorbito totalmente, ma da ragazzino giocavo molto bene a calcio, avrei potuto anche fare un po’ di carriera, mi piaceva veramente tanto.»

Pippo Pelo: «Che progetti hai per Natale?»
Roby Facchinetti
: «Con la famiglia stiamo già organizzando da venti giorni e il 22 dicembre ci troveremo proprio tutti, la formazione al completo.»

Pippo Pelo: «Quando sei con la famiglia al completo, c’è qualcosa che ti commuove?»
Roby Facchinetti
: «Mi commuovono molto i nipoti, i bambini sono straordinari perché hanno questo senso della meraviglia che noi abbiamo perso negli anni. Per qualsiasi cosa che scoprono hanno quell’espressione meravigliosa che mi commuove sempre.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Amici 21: la registrazione della nuova puntata di domenica 30 gennaio 2022 rimandata per la positività al Covid-19 di alcuni professionisti
Ghiaccio è il primo esordio registico del cantautore romano Fabrizio Moro. Il film sarà al cinema dal 7 al 9 febbraio.