Mara Sattei feat. Giorgia – Parentesi

Youtube musica

Un incrocio generazionale, due voci pazzesche che si uniscono per un nuovo singolo intitolato “Parentesi“. Mara Sattei e Giorgia duettano con la produzione di Tha Supreme, donandoci una canzone che rappresenta leggerezza e libertà, nonostante il caos innescato dai nostri pensieri.

Tutte le parentesi importanti della nostra vita sono fatte di emozioni e ricordi che restano invariati nel tempo, resistendo alla quotidianità ed ai nostri doveri che la vita impone.

Mara Sattei negli ultimi anni ha messo d’accordo pubblico e critica, rappresentando un unicum nel panorama italiano; Giorgia è la garanzia, la voce, la maestosità, che abbraccia indiscutibilmente diverse generazioni da tre decadi.
La prima ha scritto la canzone al pianoforte, ispirandosi alla città eterna, la seconda è un mito della Sattei che, emozionata e felice, ha potuto ritrovare Giorgia al suo fianco come collega.

Parentesi” è il nuovo singolo di Mara Sattei e fa parte del suo primo album “Universo, ricco di collaborazioni.

mara-sattei

Mara Sattei featuring Giorgia Parentesi – TESTO

Quante sono le volte
Che lo dico, miliardi
Tu che mi fumi addosso
Io che riesco ad arrabbiarmi

Accartocci un pacchetto
Che è finito e mi guardi
Come il sole e la luna
Fossero come estranei

E tu non lo sai le volte
Che vorrei accontentarmi
Un semaforo rosso
Sembra durare gli anni

E vorrei fosse un cerchio
Questa vita in più fasi
Che poi è sempre più stretto, che poi
Che poi mi prendi di più
E forse lo sai anche tu
E poi mi perdo quaggiù
Ma tu che ne sai?

C’è una canzone che poi ho scritto io
Che non parla d’amore
Forse s’incastra dentro qualche addio
Che ho detto male a qualcuno
Fino a fargli un saluto
E se il cuore fossero solo parantesi
Scriverei tanti auguri
Io l’ho imparato apposta
Quando ho perso un’altra corsa
C’è un biglietto perso
Tra tutte le cose che c’ho in borsa cerco te
Che sei finito nella tasca destra
Dentro la mia testa (Che sei finito nella tasca destra dentro la mia testa)

Quante sono le volte
Che lo dico e mi pento
Cerco mille obbiettivi
E ne raggiungo mezzo

Vorrei dirtelo in primis
In un pezzo che ho scritto
Che portasse fortuna
Sotto un cielo d’inverno

E tu non sai le volte
Che son sveglia e mi fisso
Col rumore di un disco
Che graffiato saltella

E vorrei fosse un cerchio
Che io poi ricomincio

Che poi è sempre più stretto, che poi
Che poi, che poi mi prende di più
E forse lo sai anche tu
E poi mi perdo quaggiù
Ma tu che ne sai?

C’è una canzone che poi ho scritto io
Che non parla d’amore

Forse s’incastra dentro qualche addio
Che ho detto male a qualcuno
Fino a fargli un saluto
E se il cuore fossero solo parantesi
Scriverei tanti auguri
Io l’ho imparato apposta
Quando ho perso un’altra corsa
C’è un biglietto perso
Tra tutte le cose che c’ho in borsa cerco te
Che sei finito nella tasca destra
Dentro la mia testa
Che sei finito nella tasca destra
Dentro la mia testa
Cerco te

ultime canzoni inserite

Thasup feat. Coez – !ly

Ed Sheeran – Celestial

Fabri Fibra, Lazza, Madame – Caos