FIAT131 – Caramelle

Il nuovo singolo “CARAMELLE” di FIAT 131.

“Caramelle” è un brano che rappresenta l’indifferenza che vediamo negli occhi della persona che ci sta vicino. Le luci della città che si spengono rappresentano la relazione. Tutto è circondato da uno stato d’animo che spazia tra la malinconia e la voglia di stare bene nonostante la delusione di aver creduto in una storia e in una persona che poi si è rivelata diversa da quello che mostrava.

Spiega l’artista a proposito del brano: “Caramelle rappresenta lo stato d’animo che vive un uomo davanti all’indifferenza vista negli occhi e sulla bocca della persona che ha vicino, il senso di fragilità causato dalla consapevolezza di vivere una relazione che è arrivata al termine”

CARAMELLE – FIAT131 – TESTO

Mi sento appeso in bilico, mi sembra di cadere
Sarà colpa del vino che è caduto nel bicchiere
Sarà un po’ colpa mia che non mi so più controllare
Che come ogni sabato sera poi mi faccio male
Tu pensi che sia fragile, ma sono solo un uomo
Voglio essere libero di essere chi sono
Ma troppa confusione, troppe stelle nella testa
Resto a gravitare dentro la tua assenza

E c’ho la testa che vuole una tregua, ma
Questa vita sembra una tragedia
E resto in bilico sul tavolo di un bar
Perché dentro al bicchiere c’ho trovato la felicità

Le luci di questa città oramai si sono spente
Tutti che ci guardano da dietro le finestre
Ti ho detto tutto e non mi va di stare tra la gente
Tu invece di parlare mangi caramelle
Le luci di questa città oramai si sono spente
Tutti che commentano senza sapere niente
Ti perdi nei miei occhi, io nei tuoi non vedo stelle
E invece di parlare mangi caramelle

C’ho una costellazione che mi gira nella testa
Questo mare in bocca c’ha il sapore della menta
Mi sento perso e soffoco se resto a questa festa
Non sono più lo stesso, la vita poi ti cambia
Io sono un fatto grande, tu sei la mia delusione
La foto che non butti, che lasci sul cellulare
Perché il ricordo è bello anche se è venuta male
Perché il ricordo è bello pure che poi ti fa male

Lo stomaco vuole una tregua, ma
Ma io continuo a bere un’altra volta
E resto in bilico sul tavolo di un bar
Perché dentro al bicchiere c’ho trovato la felicità

Le luci di questa città oramai si sono spente
Tutti che ci guardano da dietro le finestre
Ti ho detto tutto e non mi va di stare tra la gente
Tu invece di parlare mangi caramelle
Le luci di questa città oramai si sono spente
Tutti che commentano senza sapere niente
Ti perdi nei miei occhi, io nei tuoi non vedo stelle
E invece di parlare mangi caramelle

Caramelle, caramelle
Invece di parlare mangi caramelle

ultime canzoni inserite

Måneskin – The Loneliest

Dargen D’Amico – Patatine

Sangiovanni – Fluo