Taylor Swift batte un record di Elvis Presley: ecco quale

Taylor Swift implacabile: un nuovo record per la popstar, che addirittura scavalca un mostro sacro come Elvis Presley.

Un 2023 da sogno

Taylor Swift si affaccia al 2024 dopo aver vissuto una serie incredibile di magic moments durante lo scorso anno. Questa volta, il nuovo record della popstar va a spodestare addirittura una leggenda come Elvis Presley. Ecco di cosa si tratta.

L'album di Taylor Swift 1989 (Taylor's Version) è approdato al primo posto della classifica settimanale degli album stilata da Billboard, raggiungendo le 68 settimane totali in vetta alla graduatoria. Una settimana in più di sua maestà Elvis, che è quindi stato scavalcato dalla cantautrice statunitense.

Tuttavia, non si tratta del record assoluto, che per Taylor Swift sarà molto difficile da battere. Sono i Beatles a detenerlo, con ben 132 settimane passate alla numero uno della classifica Billboard. I Fab Four tengono, quindi, ancora saldo il loro primato.

Il 2024 di Taylor Swift si apre con la consapevolezza che il 2023 è stato da incorniciare per lei. Il suo tour sta collezionando dei sold out in ogni data, peraltro ottenuti con una rapidità senza precedenti. Questo enorme affetto dei fan in giro per il mondo ha portato la rivista People ad assegnarle l'onorificenza di "Persona più interessante del mondo".

Il Time, inoltre, ha sancito che Taylor Swift è la persona più influente del mondo, più di Putin, più di Re Carlo III e di Margot Robbie, che con la sua interpretazione in Barbie ha portato in sala milioni di spettatori in tutto il mondo. La cantautrice americana viene considerata dal Time una forza positiva in un mondo di guerre, drammi e notizie negative. "Una scelta che rappresenta la gioia, che nel 2023 ha portato la luce nel mondo" - ha motivato così la sua scelta il Time.

La potenza di Taylor Swift è ormai indiscutibile. Possiamo, ad oggi, reputarla la regina assoluta della musica mondiale.


Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Con Gerard Malanca scopriamo gli errori più comuni commessi dagli italiani che si approcciano alla lingua inglese.