Laura Pausini: “Ho avuto un periodo di crisi profonda, ero dipendente dai social”

Laura Pausini si è raccontata in una recente intervista, in cui sono emerse alcune difficoltà che ha avuto negli anni precedenti.
La confessione della star italiana
laura pausini

Laura Pausini sta celebrando in questi giorni l’uscita del suo nuovo album Anime Parallele. Per l’occasione, la cantante romagnola ha rilasciato un’intervista per il settimanale Grazia. Dal settimanale, sono emerse alcune debolezze di un’artista che siamo abituati a vedere forte, solida e ruggente. Ma il biennio pandemico è stato una dura prova anche per lei.

Proprio il lockdown ha spinto Laura Pausini verso una crisi profonda, dalla quale si è risollevata soprattutto grazie a ciò che meglio le riesce, ovvero la musica. “Mi sono imposta di fermarmi e sperimentare. Buttandomi nel diverso da me ho ritrovato me stessa. Il senso di Anime Parallele è questo: solo se riattizziamo la nostra curiosità verso gli altri possiamo cambiare, crescere, allargare i nostri orizzonti, senza però tradirci” – ha raccontato la cantante, che ha chiosato: “Finito il disco ho smesso di temermi e ho ricominciato a sentirmi”.

Un aspetto fondamentale della nuova Laura è il rapporto con la figlia Paola, che ha capito l’importanza di passare il tempo con se stessi. Racconta la cantante: “Mia figlia a volte mi dice: ‘Mamma, ma se il martedì ho ginnastica, il mercoledì nuoto, il giovedì catechismo, come faccio? Possibile che ho solo il lunedì per stare con me? Questa indipendenza mi atterrisce. Io sono riuscita a ‘stare con me’ pienamente e felicemente solo quando ero incinta e aspettavo lei.”

Paolo Carta e Laura Pausini si sono completati nel periodo più difficile. “Ero caduta nella dipendenza dai social. Paolo, sempre con quel fare di chi comunque non ti vuole imporre la sua opinione, mi ha fatto notare che se stavo sempre incollata al telefono poi non potevo lamentarmi se Paola faceva lo stesso. Ho smesso subito.”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare