Il particolare record ottenuto dalla nonna di Ariana Grande

La voce di Marjorie, la nonna di Ariana Grande, è presente nella canzone "Ordinary Things", presente nell'album della popstar.
Incredibile ma vero

Da poco è uscito l’ultimo album di Ariana Grande, intitolato Eternal Sunshine, in cui è presente anche la canzone Ordinary Things. All’interno del brano, è presente la voce di Marjorie Grande, la nonna di Ariana, che si è prestata per la realizzazione della traccia. Questo ha fatto sì che si stabilisse un nuovo e particolarissimo record.

Marjorie Grande ha 98 anni e costituisce l’unico featuring presente in Eternal Sushine di Ariana Grande, che all’uscita ha ottenuto un immediato riscontro internazionale. In particolare, la canzone Ordinary Things è entrata al 35° posto nella classifica giornaliera degli ascolti globali su Spotify, mentre negli Stati Uniti si è attestata al 28° posto.

In questo modo, la nonna di Ariana Grande è diventata la persona più anziana di sempre a essere entrata nella classifica della piattaforma di streaming musicale più usata al mondo. Un record davvero particolare che, forse, nemmeno la nonna e la nipote avrebbero pensato di ottenere.

Solo nel giorno di uscita, Ordinary Things ha ottenuto 3 milioni di stream, e il numero è in costante aumento, contando che il dato risale al 9 marzo. Il legame tra Ariana Grande e sua nonna Marjorie è noto, così come lo è l’unione all’interno della famiglia della popstar.

E pensare che non è la prima volta che la voce della donna nata nel 1925 finisce in una traccia di sua nipote. Successe anche nel 2013 e nel 2019 con dei campionamenti non accreditati: il primo nella canzone Daydreamin, il secondo in Bloodline.

Adesso, insomma, la star della famiglia non è solo Ariana Grande. Anche nonna Marjorie, all’età di 98 anni, può vantare la sua presenza nella classifica globale di Spotify.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare