Elisa canta “Litoranea” con Matilda De Angelis

Elisa torna, dal 6 maggio, in radio e su tutte le piattaforme digitali con il singolo “Litoranea”, in una versione inedita insieme all'attrice Matilda De Angelis.
elisa

Un duetto d’eccezione quello tra la cantante Elisa e l’attrice Matilda De Angelis, che sarà anche protagonista del videoclip che accompagnerà l’uscita del nuovo pezzo della Toffoli. Litoranea”, scritta da Calcutta, Davide Petrella e Gaetano Scognamiglio è sicuramente la canzone più estiva presente nel suo ultimo album “Ritorno al Futuro / Back to the Future”. Odora di libertà, ti fa percorrere un viaggio tra atmosfere sì malinconiche ma allo stesso tempo incantate. Il brano, in cui le voci delle due artiste sembrano rincorrersi, si muove tra sonorità elettroniche e un irresistibile e sensuale funk, creando una combinazione ineccepibile tra i due diversi universi sonori.

Elisa ha annunciato l’uscita, in radio e in digitale, del brano attraverso il suo profilo ufficiale di Instagram:

“Venerdì esce il nuovo singolo, è una canzone già presente nel disco, ma rivista insieme ad un’amica speciale. “

Il testo e il videoclip di “Litoranea” di Elisa

Nel frigo resta una mezza aranciata
Amara come quando penso a te
Che me ne faccio di una passeggiata?
Quasi quasi vado a correre

Tutti corrono per strada
E dove vado io senza di te, senza di te?
Tutti parlano per strada
Ma cosa dico io senza di te, senza di te?

Quanta confusione sulla litoranea
Giuro che ora scendo, che mi manca l’aria
E arrivo al mare a piedi, lo so che non mi credi
Ti telefonerò (o forse no)

E sento un ritmo che sale
Perché non sali anche tu?
È solo un gioco mentale
Come i colori della TV
Quanta confusione questa settimana
Mi hai detto: “Che fortuna che ora sei così lontana”
Perché ti amo di più

La spiaggia mia, la spiaggia tua
Sono la stessa cosa, questione di chilometri
La faccia mia, la faccia tua
Sono la stessa cosa, questione di millimetri

Quanta confusione sulla litoranea
Sembra un film di cui so già la trama
E arrivo al mare a piedi, lo so che non mi credi
Ti telefonerò (o forse no)È come l’acqua del mare
Che bevi quando vai giù
Vorrei restarti a guardare
Come i colori della TV
Ma quanta confusione questa settimana
Mi hai detto: “Che fortuna che ora sei così lontana”
Perché ti amo di più

E sento un ritmo che sale (quanta confusione sulla litoranea)
Perché non sali anche tu? (Giuro che ora scendo, che mi manca l’aria)
È solo un gioco mentale (quanta confusione sulla litoranea)
Come i colori della TV (giuro che ora scendo, che mi manca l’aria)
Ma quanta confusione questa settimana
Hai detto: “Che tragedia” quando ti ho lasciata
Perché ti amavo di più

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.
Oggi ci troviamo ad Agazzano, uno splendido comune dell’Emilia-Romagna in provincia di Piacenza. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.