È morto Vangelis, il compositore di Blade Runner

Addio a Vangelis, il maestro e compositore di decine di colonne sonore fra le più riconosciute, tra cui Blade Runner e Momenti di Gloria.

Maestro e compositore per decine di film, polistrumentista greco amato ed invidiato, pioniere dei sintetizzatori, ci lascia a 79 anni, Evangelos Odysseas Papathanassiou, conosciuto ai più semplicemente come Vangelis, musicista e artista new age di caratura internazionale.

Famoso in tutto il mondo per aver composto le colonne sonore più famose di tutti i tempi come quelle per i film Momenti di gloriaBlade RunnerAntarcticaMissing – Scomparso1492 – La conquista del paradisoAlexander e Luna di fiele nonché il brano Hymne, usato per la storica pubblicità del marchio italiano della Barilla. Premio Oscar per Momenti di Gloria di Hugh Hudson nel 1982 , Vangelis inizia a comporre a 4 anni e fu autodidatta per gran parte delle sue conoscenze musicali; nella sua produzione discografica infatti ritroviamo oltre 54 album pubblicati di cui solo 44 in studio e 10 raccolte. Una carriera che ha avuto iniziato nel 1963 e a cui sono susseguite la nascita di varie band: dapprima i Forminx in cui suonava musica pop cover dei Beatles fino agli Aphrodite’s Child, fondati insieme ad un altro grande musicista greco, Demis Roussos. Ma è solo allo scioglimento del gruppo nel 1972 che per Vangelis si apre la strada come solista iniziando a registrare le sue prime colonne sonore, in particolare per due film del produttore francese Frédéric Rossif

Il suo primo album da solista è Earth del 1973 e dopo essersi trasferito a Londra, firma un contratto con la RCA, cominciando finalmente a lavorare nel suo studio di registrazione privato, il famoso Nemo Studios. In questi anni produce, infatti, alcuni dei suoi album più famosi, come Heaven and Hell del 1975, Spiral del 1977 e China invece del 1979. Assieme a Jon Anderson – lo storico cantante degli Yes – pubblica diversi dischi negli anni ottanta e novanta con il nome di Jon & Vangelis. Ma non solo: nel corso degli anni è riuscito a collaborare anche con grandi artisti italiani – in qualità di arrangiatore – come Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Milva ed ancora Patty Pravo, Krisma. E non è difficile riconoscere il tocco del maestro in album come E tu… di Claudio Baglioni in cui l’influsso e le melodie delle tastiere richiamano quelle già utilizzate dagli Aphrodite’s Child.

Ma è il premio Oscar per Momenti di Gloria del 1982 a donargli la grande fama, che come lui stesso dichiarerà: «L’ispirazione principale è stata la storia stessa — racconterà —. Il resto l’ho fatto istintivamente, senza pensare ad altro, se non esprimere le mie emozioni coi mezzi tecnologici di cui disponevo». E sue anche le colonne sonore de Il Bounty (1984) di Roger Donaldson; di Luna di fiele di Roman Polanski, e La peste di Luis Puenzo (1992), più tardi – negli anni novanta – invece realizza le musiche di numerosi documentari sottomarini per il regista francese Jacques Cousteau. Affascinato dallo spazio e poco alla visibilità, vi è persino un micropianeta a portare il suo nome, fra Marte e Giove, il 6354 Vangelis. Così Vangelis, che non solo la Terra ti sia lieve, ma tutti i Pianeti.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

YES I Start Up: Formazione, Consulenza e Finanziamento gratuito di giovani imprenditori. Ne parliamo con Luca Iovine.
Il rapper Ernia, impegnato nel “Gemelli Tour 2022, è stato ospite negli studi di Radio Kiss Kiss nel programma “Dedikiss”.