Vino annacquato: la proposta dell’UE che fa arrabbiare l’Italia

Negli ultimi giorni si discute con sempre maggiore insistenza di una proposta tema di dibattito all’Unione Europea: annacquare il vino per abbassare il tasso alcolemico.

Negli ultimi giorni si discute con sempre maggiore insistenza di una proposta tema di dibattito all’Unione Europea: annacquare il vino per abbassare il tasso alcolemico.




Una proposta particolarmente chiacchierata e accolta con molti dubbi e diffidenza dai paesi con una grande tradizione enogastronomica come l’Italia.

Ne abbiamo parlato con Lorenzo Bazzana di Coldiretti:

“Vino annacquato? E’ un’idea che rimbalza dagli ambiente dell’Unione Europea. Un’idea di de-alcolare il vino con la pratica dell’annacquamento. Ci sembra una cosa che non sta né in cielo né in terra! Tutta una serie di ipotesi che sono stati fatti nel corso degli anni dall’Unione Europea ci fanno pensare che non sia un problema in capo al singolo ma che ci sia una corrente di pensiero molto lontane dalle nostre tradizioni alimentari. E’ importante che vengano predisposti sistemi di etichettature per rendere consapevoli i consumatori. Se l’etichettatura è quella a semaforo avremmo dei grandi problemi. Con questa modalità si danno solo dei frammenti d’informazione non offrendo una visione corretta e completa. Se qualcuno vuole imparare il prodotto light o meno alcolico va bene, ma non vanno rovinate le nostre tradizioni…”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Ospite sul Nove, Ghali ha parlato dei messaggi che ha voluto trasmettere sul palco di Sanremo 2024 e del ruolo dei trapper al giorno d’oggi.
Il bonus genitori separati è un aiuto per coloro che non sono riusciti a ricevere il mantenimento per via dell’emergenza Covid.