Decreto energia 2022, cosa prevede

Cosa prevede il Decreto Energia 2022 e quali sono le novità? Ne parliamo con Francesco Oliva, direttore informazionefiscale.it
energia-gas

Questa mattina a Radio Kiss Kiss abbiamo parlato del Decreto Energia.

Per fare chiarezza è intervenuto Francesco Oliva, direttore informazionefiscale.it:

Quali saranno i benefici?
«Il Decreto Energia è stato varato la scorsa settimana e pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale. È il secondo intervento fatto dal Governo in poco più di due mesi. Le finalità sono due: contrastare il caro bollette e contrastare il caro benzina. Questo viene fatto con una serie di strumenti diversi tra loro: sono destinati alle famiglie con il potenziamento del bonus sociale/ energia e anche alle imprese, con crediti d’imposta che hanno modalità di applicazione diversa in base al settore.»

Cosa bisogna fare per ottenere i bonus per le super-bollette?
«Il bonus bollette si attiva automaticamente per le famiglie che hanno un ISEE non superiore ai 12mila euro (il limite precedente era 8mila). Ci sono tre importi che possono essere percepiti come bonus direttamente in bolletta, grazie all’ARERA (ente che monitora l’ISEE), che comunica il dato al gestore dell’energia elettrica e così si ha lo sconto in fattura. C’è, però, un caso in cui va presentata la domanda al proprio comune: quando il bonus spetta per condizioni di salute precarie di uno dei componenti il nucleo familiare, in particolare, se ha bisogno di apparecchiature elettromedicali. Per le imprese, di fatto, avviene in automatico, perché il sistema dei crediti di imposta viene applicato provando di aver sostenuto una spesa e quindi calcolando autonomamente il bonus che verrà scaricato nel modello F24.»

In cosa consiste la tassa extra profitto e a chi è indirizzata?
«La tassazione sugli extra profitti viene applicata a tutte le aziende che producono energia elettrica, gas naturale e gas metano (o che lo rivendono). Viene applicata un’imposta del 10% sul margine aggiuntivo degli extra profitti ottenuti da tali imprese nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2021 ed il 31 marzo 2022, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Pare, però, che questa tassazione non produca 4,4 miliardi di euro (si tratta di stime). Volendo pensar male, si potrebbe immaginare che queste risorse vengano finanziate in deficit, cioè si rischia che finiscono con l’essere sostenute dai cittadini.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Un autografo dell’ex Beatles Paul McCartney sarà messo all’asta a Città del Messico. Il prezzo stimato è tra i 2.900 e i 2.400 dollari.
Ernia, rapper milanese, classe 1993, è stato ospite a Radio Kiss Kiss nel programma “Stasera…Che serie!” con Lucilla.