Confesercenti: “Disegnare il Paese per le generazioni future”

Confesercenti, ieri si è tenuta l'Assemblea annuale in cui si è discusso sul futuro del Paese. Ne abbiamo parlato con la Presidente Patrizia De Luise.

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato dei contenuti discussi durante l’Assemblea annuale di Confesercenti:

Per fare il punto della situazione è intervenuta Patrizia De Luise, presidente Confesercenti:

«Ieri abbiamo parlato di legge di bilancio, di consumi, di andamento delle vendite. In Italia siamo entrati in Pandemia quando le attività di vicinato (bar, negozi, ristoranti, artigiani) erano in difficoltà. La pandemia ci ha massacrati, dal punto di vista emotivo ed economico. Nel settore degli indipendenti abbiamo perso 360mila unità. Ora dobbiamo disegnare questo Paese: ci sono i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che non sono pochi, e sono importanti. È necessario disegnare il Paese da qui a dieci anni, per le future generazioni. Questo è il nostro compito. Come farlo? Bisogna affrontare la legge di bilancio, la riforma fiscale, in modo pratico, “sartoriale”. Tutte le attività, grandi o piccole, sono importantissime, perché danno occupazione, valore economico al Paese, e anche un valore sociale, perché fanno presidio del territorio. Il punto nevralgico è fare interventi settoriali mirati, cercando di capire a quali imprese sono indirizzati. Ancor prima della pandemia, stiamo chiedendo al Governo che venga ridotto il peso fiscale per le famiglie e per i lavoratori, lasciare più soldi in tasca, anche per le imprese. Stiamo affrontando con il Governo la questione della riforma degli ammortizzatori sociali e anche il tema della sicurezza sul lavoro. I dati snocciolati ieri sono importanti perché fanno riflettere.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

È in arrivo un clamoroso duetto tra Elton John e Britney Spears? I loro post sui social sembrano aprire le porte a questa possibilità.
In una recente intervista, Morgan ha parlato della sua musica, di Amadeus e di Sanremo, tornando anche sulla celebre lite con Bugo.