Posada, borgo sardo in provincia di Nuoro

Oggi ci troviamo a Posada, caratteristico borgo in provincia di Nuoro, in Sardegna. Scopriamo insieme le sue attrazioni!

In questo appuntamento di “Saluti da Kiss Kiss“, rubrica in onda dal lunedì al sabato su Radio Kiss Kiss, facciamo tappa a Posada, caratteristico borgo in provincia di Nuoro, in Sardegna. Situata nella zona nord-orientale della Sardegna, ospita diversi monumenti, luoghi di interesse e paesaggi naturali, adatti per tutti coloro che intendono immergersi nella natura e nella tradizione più profonda.

Posada, spiaggia e torre di San Giovanni

Perché si chiama così?

Il nome “Pasada” secondo diversi studiosi deriva direttamente dal verbo latino pausare “riposare, fermarsi”.

Cosa vedere? I monumenti storici.

Posada offre diverse attrattive e luoghi di interesse:

  • La chiesa di San Giovanni Battista è una piccola chiesa situata in riva al mare, a 40 metri dalla costa.
  • La Torre di San Giovanni: si tratta di un’antica torre aragonese la cui funzione è stata principalmente quella di avvistamento e difesa dalle navi dei nemici.
  • Il castello della Fava, un edificio di epoca medievale e antica dimora dei re di Gallura edi Eleonora d’Arborea, regina del giudicato di Arborea.
  • Il delta del Rio Posada, appendice a valle del Parco Fluviale Regionale di Tepilora, con tutti i suoi canali, stagni e paesaggi naturali, dove è possibile entrare in contatto con diverse specie ornitologiche.

Cosa fare?

 Una passeggiata attraverso i vivacissimi vicoli è d’obbligo: qui il verde della piana e il celeste del mare offrono ai suoi visitatori scenari mozzafiato.

Il territorio naturale di Posada offre la possibilità di svolgere diverse attività e sport completamente immersi nella natura. Tra queste la pesca, ma anche il trekking, mountain bike, kayak, windsurf, kitesurf.

Posada è famosa anche per le sue spiagge: la Spiaggia di Orvile, la Spiaggia di Iscraios, la Spiaggia di Sutt’e Riu, la Spiaggia di Su Tiriarzu e la Spiaggia di San Giovanni .

Cosa mangiare? 

Piatto tipico di Posada è “S’Aranzada”, un tradizionale dolce sardo preparato con scorza d’arancio candita nel miele e con mandorle. Piuttosto difficile da preparare, esso veniva confezionato in ambito domestico e si era soliti offrirlo nelle occasioni importanti, come nei ricevimenti di nozze.

Ecco alcuni ristoranti da provare!

  • Marco & Caterina Trattoria Locanda
  • Ristorante Pizzeria La Tartaruga
  • Trattoria La Scarpetta

Quello che non sai: le curiosità

  • Posada fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia
  • Nella letteratura sarda, il borgo è sede del famosissimo premio di Poesia, una selezione concernente opere in lingua sarda raggruppate per diverse categorie.
  • Le spiagge di Posada sono state insignite del prestigioso premio delle 5 vele Legambiente

In Good Morning Kiss Kiss è intervenuta Simona Deledda, assessore al Turismo del Comune di Posada:

«Posada è un bellissimo borgo medievale. La prima tappa da fare è la visita al castello della Fava, quasi integro, che presenta quasi tutte le sue mura. Accedendo all’ultima terrazza si può ammirare il panorama a 360°. È stata una delle sedi dei Sovrani di Gallura con a capo la giudicessa Eleonora d’Arborea. A Posada ci sono quasi cinque chilometri di bellissime spiagge che annualmente vengono premiate con le Cinque Vele Blu. Sono presenti anche i tipici fenicotteri rosa. Qui abbiamo tante specialità enogastronomiche. Ci sono tanti produttori di vino, altri produttori di formaggio, pecorino, ricotta. Ma il nostro cavallo di battaglia sono i dolci di Posada, tra cui alcuni dolci fritti, tipo frittelle, e il dolce S’aranzada, tradizionale dolce sardo preparato con scorza d’arancio candita nel miele e con mandorle.»


Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Ci troviamo a Montecorvino Rovella, uno splendido comune della Campania in provincia di Salerno. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.
Dopo due anni difficili, il turismo italiano è in grande ripresa. Ne parliamo con il Dott. Domenico Pellegrino, CEO di Bluvacanze.