Più inquina, più paghi! In Svezia c’è un market dove paghi i prodotti in base al loro impatto ambientale

All'interno del negozio c'è anche una moneta ufficiale: la CO2e. Ciascun consumatore ha a disposizione un budget settimanale di 18,9 kg di CO2e da destinare alla propria spesa.
Moneta ufficiale Klimat Butiken

In Svezia è stato inaugurato il “Klimat Butiken”, un supermercato dove fare una spesa davvero sostenibile!

Il market – identico a tutti gli altri per caratteristiche ed assortimento – si distingue per un aspetto molto particolare: il costo dei prodotti è proporzionato al loro impatto ambientale.

All’interno di questo piccolo angolo di ecologia concreta, i cittadini imparano a distinguere tra convenienza a breve termine (risparmio sul costo dei prodotti) e beneficio di lungo termine (vantaggi per la natura e per l’habitat).

Un luogo unico nel suo genere, capace di contemperare le esigenze di esseri umani e clima educandoci ad una nuova consapevolezza.

All’interno del negozio c’è anche una moneta ufficiale: la CO2e. Ciascun consumatore ha a disposizione un budget settimanale di 18,9 kg di CO2e da destinare alla propria spesa. Sta a lui servirsene rispettando contemporaneamente le proprie esigenze e quelle dell’ambiente.

Spesa di verdure

Troppo spesso, divorati dalle necessità economiche e dalle ristrezze di tempo, tendiamo a dedicare pochissimo tempo a valutare l’impatto delle nostre azioni sull’ecosistema.

Scoprire quali sono i prodotti che inquinano di più è sicuramente il primo passo per provare a cambiare questa tendenza. Fantastico no?

Questa è solo la prima di una lunga serie di storie e curiosità di ecologia sostenibile che vi racconteremo ogni settimana sui social di Radio Kiss Kiss ed in Portami a Casa Kiss Kiss con Rita Manzo.

Avete delle storie da segnalarci? Esperienze personali di cura e miglioramento del rapporto con l’ambiente e la natura? Fatelo con una mail ad info@kisskiss.it!

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.