Tailor made – Chi ha la stoffa?, Tommaso Zorzi: «È stata un’avventura incredibile»

Il prossimo 28 giugno inizierà "Tailor Made - Chi ha la stoffa?", format condotto da Tommaso Zorzi, che è intervenuto a Radio Kiss Kiss.

Il prossimo 28 giugno, in esclusiva su Discovery+, inizierà “Tailor Made – Chi ha la stoffa?“, format condotto da Tommaso Zorzi con Elide Morelli e Cristina Tardito.

Si tratta dell’adattamento italiano del format inglese The Great British Sewing Bee. Dieci sarti amatoriali si sfideranno nel primo talent italiano dedicato al mondo della sartoria.

A condurre ci sarà Tommaso Zorzi, conduttore e scrittore che si diletta a giocare con le regole della moda. A giudicare i concorrenti ci saranno due eccellenze indiscusse del mondo della sartoria e della moda italiana: Elide Morelli, storica sarta premiere della maison Valentino e Cristina Tardito, direttore creativo e fondatrice del brand Kristina Ti.

Ogni appuntamento sarà caratterizzato da tre prove, che decreteranno l’eliminato della puntata. Via via si arriverà a proclamare il vincitore o la vincitrice, che si aggiudicherà il titolo di Miglior Sarto di Tailor Made.

Il vincitore si aggiudicherà uno stage presso un’azienda leader della moda Socia di Altagamma, la Fondazione che riunisce le migliori imprese dell’Alta Industria Culturale e Creativa Italiana e dunque gli ambasciatori del nostro stile di vita. Altagamma e i Soci della moda sono da tempo impegnati sul tema dei “Talenti del Fare” per valorizzare il settore manifatturiero italiano. Il sarto vincitore riceverà anche tutta l’attrezzatura professionale per aprire il suo atelier e una fornitura di tessuti per realizzare la sua prima collezione.

Radio Kiss Kiss sarà la radio ufficiale di “Tailor made – Chi ha la stoffa?” e dedicherà alcune iniziative che vivranno on air, sul sito kisskiss.it e sui profili social.

Tommaso Zorzi è intervenuto nel programma “Stasera…Che serie!” con Lucilla:

Sei pronto per il 28 giugno?
«Sì, sono pronto. È stata un’avventura incredibile e davvero tosta, perché devi stare sul set ore interminabili, ma è stato veramente un bel programma.»

Ci vuoi spiegare come funziona il format?
«È un format inglese che nella versione originale si chiama “The Great British Sewing Bee”. Dieci concorrenti, apprendisti sarti, si sfideranno per contendersi il titolo di “Miglior sarto amatoriale di Tailor Made”. Le puntate si svilupperanno attraverso tre prove: la prima tecnica; la seconda di trasformazione, con tessuti che vanno riutilizzati per creare qualcosa di nuovo; la terza è quella su misura, e le creazioni sfileranno indossate da alcuni modelli. Quest’ultima decreterà l’eliminato della puntata. Ogni prova ha un vincitore che si aggiudicherà un vantaggio per la prova successiva. Pian piano si arriverà al vincitore del format.»

Per quanto riguarda la moda, c’è qualche storia che ti ha colpito?
«Beh, sicuramente si tratta di un’arte che è più una vocazione. Le persone che dedicano la vita alla sartoria e al confezionamento degli abiti sono dei veri artigiani. Hanno delle storie di rivincita personale. Chi fa il sarto, lo fa per passione.»

Quali sono, secondo te, le tre serie cult più belle?
«Beh, direi “The Office“, nella versione americana, che credo di conoscere a memoria; poi al secondo posto metterei “Sex and the City“, che credo sia davvero iconica; e al terzo posto la serie inglese “Absolutely Fabulous“.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Irama sta pensando di abbandonare l’Italia per migliorare la sua musica e far conoscere ancor di più quella italiana al Sud America.
Nella giornata di ieri, abbiamo dovuto dire addio alla meravigliosa Olivia Newton-John, cantante, attrice, simbolo e artista a tutto tondo.