Stranger Things arriva a Tokyo

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal magazine "What’s on Netflix", i fratelli Duffer starebbero lavorando ad uno spin off di Stranger Things.

Cinque candidature ai Golden Globe e quarantuno candidature agli Emmy, tra cui tre per la miglior serie drammatica, due per la miglior attrice non protagonista a Millie Bobby Brown, una per il miglior attore a David Harbour e una per la miglior attrice non protagonista a Shannon Purser: nessun dubbio, parliamo di Stranger Things.

La serie tv – contemporanea – da record, ideata dai Duffer Brothers e distribuita da Netflix per la prima volta nel 2016, rappresenta infatti una delle colonne portanti del catalogo televisivo della piattaforma streaming, risultando una delle serie più viste e apprezzate. Ed ora l’indiscrezione lanciata dal sito What’s on Netflix ha rivelato alcuni dettagli sul primo spin-off di questa senza però ancora nessun reale riscontro ufficiale.

Secondo quanto riportato dal sito, difatti, la piattaforma di streaming starebbe lavorando a uno spin-off animato di Stranger Things ambientato negli anni ’80 a Tokyo. Al momento però Netflix non ha confermato tale indiscrezione mantenendo il massimo riserbo sulla questione, il titolo del lavoro sarebbe Stranger Things Tokyo. Lo sviluppo del nuovo progetto televisivo, inoltre, avrebbe avuto inizio nei primi mesi del 2021 e i protagonisti sarebbero due gemelli amanti dei videogame; insomma una storia ambientata nella Tokyo degli anni ’80.

D’altronde dalla prima stagione della serie alla quinta tante cose sono accadute: ambientata negli anni ottanta nella fittizia città di Hawkins, nell’Indiana, e in parte nel mondo del “Sottosopra”, l’inizio di Stranger Things infatti è incentrato sulla misteriosa sparizione di un bambino di nome Will e sulla comparsa di Undici, una bambina dai capelli rasati dotata di poteri telecinetici fuggita da un laboratorio segreto, l’Hawkins National Laboratory. Quasi tutti gli eventi che accadono nel corso della vicenda sono strettamente connessi al Sottosopra, un’oscura dimensione parallela al nostro mondo, popolata da creature mostruose.

Così, l’arrivo di uno spin-off dell’amata serie ha donato a tutti grande curiosità e stupore: “Un incontro con il Sottosopra si rivela una grande avventura per dei fratelli gemelli amanti dei videogame che vivono nella periferia di Tokyo degli anni ’80” – ha rivelato il magazine sul possibile progetto, della durata di sei ore.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Le cover di venerdì 10 febbraio del Festival di Sanremo 2023 sono state ufficializzate. Scopri qui le 28 canzoni e tutti i featuring!
Francesca Chillemi è stata ospite su Radio Kiss Kiss, parlandoci di “Che Dio ci aiuti”, del suo podio delle serie preferite e altro ancora.