Torremaggiore, comune pugliese in provincia di Foggia

Oggi, con Max e Max nella rubrica saluti da Kiss Kiss, abbiamo parlato di uno splendido comune nel foggiano: Torremaggiore.
Torremaggiore. Fonte: beniculturalionline.it

Popolato da più di 16500 abitanti, Torremaggiore sorge a 170 metri sopra il livello del mare. Sul borgo, svetta il Castello Ducale, un monumento nazionale di epoca normanno-sveva, che subì delle decisive trasformazioni per mano dei Principi de Sangro. Il Castello è dotato di sei torri e un fossato. Oggi è sede del Museo Civico.

La città si distingue per una grande presenza di architetture religiose nel territorio. Vediamo qualche esempio.

  • Santuario di Maria SS. della Fontana: costruito intorno al Decimo secolo. Fu ristrutturato e ampliato in più riprese, tra il XVI secolo e il XX secolo. Sulla piazza antistante, si eleva il monumento alla Madonna della Fontana, datato 1990. Il luogo è teatro di festeggiamenti in onore della Madonna della Fontana, svolti il martedì e il mercoledì successivi alla Pasqua.
  • Chiesa Matrice di San Nicola: risalente al XIII secolo, finì distrutta in un terremoto nel 1627 e ricostruita subito successivamente. Presenta una struttura particolarmente armonica con uno splendido fregio in oro ritraente san Nicola.
  • Chiesa di santa Maria della Strada: eretta alla fine del 1500, è la seconda parrocchia storica del comune. All’interno si venera san Sabino di Canosa, patrono della città.
  • Chiesa di sant’Anna (o del Rosario) fondata nel 1701, ha subito operazioni di restauro lungo il Novecento per via di danneggiamenti, tra cui un famoso incendio. Le fiamme arsero il Cristo contenuto nella chiesa, ancora intatto benché carbonizzato.
  • Chiesa della Madonna Addolorata: edificata nel 1730, custodisce il simulacro della Madonna Addolorata, patrona principale della città.
  • Chiesa della Madonna di Loreto: risalente al XVI secolo, fu ristrutturata anch’essa dopo il terremoto del 1627.
  • Chiesa di Santa Maria degli Angeli: costruita nel 1628, all’interno possiede una tela raffigurante la Madonna col Bambino tra angeli e santi.
  • Chiesa delle Sante Croci (o di San Matteo): del XVIII secolo, ha subito una fase di ristrutturazione durante la prima metà dell’Ottocento.
  • Chiesa del Gesù Divino Lavoratore: si trova in località Torrevecchia ed è più moderna. Costruita dove sorgeva l’abbazia benedettina dei Santi Pietro e Severo, presenta una lapide in memoria della vecchia struttura.
  • Chiesa dello Spirito Santo: consacrata il 7 luglio del 2003.

Di seguito, i cibi tipici da gustare a Torremaggiore:

  • Panino col torcinello
  • Oliva peranzana
  • Orata alla pugliese
  • Zuppa di pesce
  • Tagliatelle al limone
  • Alici arracanate
  • Citornette
  • Torta di mandorle

In diretta su Radio Kiss Kiss, abbiamo ascoltato le parole del sindaco di Torremaggiore, Emilio Di Pumpo. Ecco le sue parole.

«Iniziamo dalla parte più antica. La definisco una città di principi e imperatori. Ha accolto Federico II, dove morì. Facciamo anche delle iniziative, chiamate Suggestioni Sub Flore, con rievocazioni storiche. Abbiamo il bellissimo Castello Ducale, a ridosso del quale c’è una chiesetta che custodisce il cosiddetto “Cristo bruciato”, che si pensa possa essere prototipo del Cristo Velato contenuto nella Cappella Sansevero a Napoli, con cui abbiamo iniziative insieme. Il Castello Ducale è visitabile, contiene diversi musei e mostre. Stiamo realizzando anche il Sacco e Vaznetti hub. Un’iniziativa per rendere onore a questi due grandi uomini. Sacco è nato qui.»

«Come grandi ricette abbiamo innanzitutto il famoso panino col torcinello. E anche un olio eccellente, grazie all’oliva peranzana.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

È in arrivo un clamoroso duetto tra Elton John e Britney Spears? I loro post sui social sembrano aprire le porte a questa possibilità.
In una recente intervista, Morgan ha parlato della sua musica, di Amadeus e di Sanremo, tornando anche sulla celebre lite con Bugo.