Roccasecca, borgo laziale in provincia di Frosinone

Oggi ci troviamo in provincia di Frosinone, a Roccasecca, uno splendido borgo del Lazio. Scopriamo insieme tutte le sue attrazioni!

Oggi ci troviamo in provincia di Frosinone, a Roccasecca, un caratteristico borgo laziale, facente parte della Comunità montana Valle del Liri. Il paese ha una propria storia ed è oggi ricordato per essere stato la patria del filosofo e teologo Tommaso d’Aquino.

Roccasecca – ph ciociariaturismo.it

Scopriamo insieme le sue peculiarità e tutte le sue attrazioni turistiche!

Perché si chiama così?

Il toponimo del comune è composto dall’unione della parola rocca, nel significato di “costruzione fortificata posta in alto”, e dall’aggettivo secca con riferimento all’aridità del suolo.

Cosa vedere a Roccasecca?

  • Chiesa di San Tommaso d’Aquino al Castello: fu edificata nel XIV secolo e fu dedicata alla memoria di Tommaso d’Aquino, religioso, teologo e noto filosofo italiano. La costruzione conserva la pianta gotica a croce latina e affreschi di epoca quattrocentesca.
  • Eremo-Grotta di S. Michele: si tratta di una piccola chiesa rupestre. Sorge nella frazione di Caprile, alle pendici del monte Asprano, ai piedi della rupe del castello dei Conti d’Aquino.
  • Chiesa Parrocchiale della SS. Annunziata risalente probabilmente alla metà del XV secolo.
  • Il Castello dei Conti d’Aquino fu edificato dall’abate di Montecassino Mansone nell’anno 994. Di questo castello non restano che poche tracce: una sua torre cilindrica è ancora in piedi.

Ruderi del castello dei conti d’Aquino – ph Pietro Scerrato

Cosa fare a Roccasecca?

  • Statua di Totò: in prossimità della stazione ferroviaria si erge una statua raffigurante il comico napoletano Totò.
  • Statua di San Tommaso, opera realizzata dallo scultore Giuliano Vangi, la cui inaugurazione risale al 28 maggio del 2005.
  • Parco archeologico del Monte Asprano: un parco archeologico sito in prossimità dell’abitato di Roccasecca.
  • La Chiesa Rupestre di S. Michele Arcangelo custodisce opere artistiche e affreschi di indubbio valore.

Roccasecca vanta un incredibile numero di eventi e attività sportive: l’arrampicata sportiva su roccia, le gare di corsa competitive, il canottaggio, il trekking.

Cosa mangiare a Roccasecca?

  • I Maccheroni con i Broccoletti, piatto gustoso realizzato con i Broccoletti Rapa “Catalogna”. Questi si utilizzano anche per preparare la Frionza, una minestra di pane raffermo con verdure. Tipici del comune sono anche i Tagliolini con i fagioli.
  • Antichi dolci di tradizione sono le Sfogliatelle Roccaseccane con ricotta e cioccolato.

Alcuni ristoranti da provare:

  • Clandestino Ristorante
  • Villa Euchelia Restaurant
  • La Locanda del Castello

Quello che non sai: le curiosità

  • Il romanzo Strapaese di Osvaldo Izzi Ricci è ambientato a Roccasecca, anche se non viene mai esplicitamente citato il suo nome.
  • Roccasecca ha agito come set per il film TV Din Don – Una parrocchia in due di Claudio Norza con Enzo Salvi.
  • Nel comune si svolge ogni anno nel mese di dicembre la Festa del Broccoletto, tradizionale sagra locale dedicata al prodotto tipico di eccellenza del paese, il broccoletto.

In Good Morning Kiss Kiss è intervenuto Giuseppe Sacco, sindaco di Roccasecca:

«Iniziamo la visita dalla statua di Totò per omaggiare questo grande attore. Proseguendo la visita sotto l’aspetto più storico-culturale, a Roccasecca nacque Tommaso d’Aquino e si possono visitare i ruderi del castello dei Conti d’Aquino. Facendo un percorso dalla frazione Castello e transita per la casa di San Tommaso, che è sede di eventi e mostre, per poi arrivare alla chiesa eretta in suo onore. Ci sono due eremi bellissimi, raggiungibili seguendo due sentieri di montagna. Si tratta dell’Eremo-Grotta di San Michele e quello dello Spirito Santo che si inerpica sulla collina dopo un percorso di circa venti minuti. La sentieristica è molto buona e c’è possibilità di fare ottime passeggiate. Inoltre, Roccasecca è anche meta non solo di visitatori che fanno il cammino di San Benedetto, quindi per un turismo più “lento”, ma anche meta di arrampicatori, perché ci sono falesie conosciute in tutto il mondo. È uno dei pochi luoghi del centro Italia dove è possibile praticare questo sport che sta progredendo. Nelle gole del fiume, invece, si può fare anche rafting. Tra le specialità tipiche ci sono i tagliolini con i fagioli, mentre il nostro prodotto tipico è il broccoletto. Qui la cucina è molto genuina. Inoltre, gli abitanti di Roccasecca sono conosciuti per la grande ospitalità.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.