Ossana, comune trentino in provincia di Trento

Questa mattina, nella nostra rubrica saluti da Kiss Kiss, abbiamo parlato di Ossana, comune trentino in provincia di Trento, guidati dalle parole della sindaca Laura Marinelli.

Ossana si trova all'imbocco della Val di Peio, ai piedi delle cime del gruppo della Presanella ed è la sede del comune di cui fanno parte le frazioni di Fucine e Cusiano. Il paese è dominato dalla Torre del Castello di S. Michele (1191), che si trova su una collina abitata fin dall'età del bronzo. Da tempi immemorabili il paese di Ossana fu il centro politico, amministrativo ed ecclesiastico dell’alta Val di Sole, sorto alla confluenza delle vallette di Vermiglio e di Peio. Per tutto il medioevo e in età moderna fu un fiorente villaggio, grazie soprattutto alla lavorazione del ferro delle miniere di Comasine nelle vicine Fucine e agli scambi commerciali con le vicine valli lombarde. La sua storia è in gran parte legata a quella del suo castello, spesso conteso tra il vescovo di Trento e il conte del Tirolo e abitato da varie famiglie feudali, dai Federici agli Heydorf ai Bertelli. Il paese fu anche teatro di scontri durante la guerra rustica del 1525.

Luoghi di interesse ed attività ad Ossana

  • Chiesa di San Vigilio, nella tradizione il vescovo cristianizzatore del Trentino nei secoli IV e V. All'interno l'altare maggiore e il pulpito sono opere dei Ramus.
  • Chiesa di Santa Maria Maddalena, nella frazione di Cusiano. Contiene affreschi di fine Quattrocento di Giovanni e Battista Baschenis; sulla volta sono presenti gli stemmi di Trento, del Tirolo e dei nobili Federici.
  • Chiesa di Sant'Antonio di Padova sul colle Tomino
  • Castello di San Michele. Di supposta origine longobarda; le prime fonti scritte risalgono al 1191. In epoca medievale vi risiedevano funzionari vescovili, successivamente i conti del Tirolo e di Gorizia. Nel XV secolo passò ai Federici della Val Camonica, poi agli Heydorf e ai Bertelli. Tra Ottocento e Novecento una parte della proprietà fu del premio Nobel Bertha von Suttner.
  • Il bosco Derniga: In località Derniga, durante la stagione estiva puoi visitare l’orto botanico che raccoglie ben 26 specie fra gli alberi, gli arbusti e le piante erbacee più frequenti in Val di Sole e nei boschi trentini. Questo orto è stato recuperato su un precedente vivaio forestale di cui si ha notizia fin dai primi anni del ‘900 e risistemato come area didattica per scuole ed ospiti considerato che nel passato lo stesso vivaio ha rappresentato un’importante attività economica del territorio.

Inoltre è bene ricordare che durante il periodo natalizio Ossana diventa la sede di una delle più importanti esposizioni trentine di presepi, allestiti negli scorci più particolari del borgo e negli angoli delle case, come gli avvolti, le vecchie stalle, le finestre sulla strada o le caratteristiche cataste della legna. Un percorso che parte da una suggestiva stella cometa allestita nel centro di Ossana e si snoda seguendo un filo rosso lungo le stradine e i vicoli del paese fino alle mura di Castel San Michele. Quasi 1.000 caratteristici presepi realizzati manualmente da abitanti, artisti, scuole e associazioni di volontariato di Ossana e dell'intera Val di Sole. Un'occasione unica per ammirare presepi costruiti con creatività, utilizzando materiali inusuali e impensabili (ad esempio stoffa, legno, sementi o foglie di granoturco). 

Piatti e prodotti tipici di Ossana

Famoso ad Ossana è il Casolét della Val di Sole, un tipico formaggio di montagna a pasta molle e cruda, dal profumo di erbe dell'alpeggio, di colore chiaro o appena paglierino, dal sapore dolce e delicato.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Sono stati approvati una serie di regolamenti sul Codice della strada non esattamente in linea con la stretta sulla sicurezza. Vediamoli.