Cirigliano, borgo lucano in provincia di Matera

Questa mattina, nella nostra rubrica saluti da Kiss Kiss, abbiamo parlato di Cirigliano, comune della Basilicata in provincia di Matera, guidati dalle parole di Antonio Garrambone, presidente della pro loco.

Cirigliano, nel dialetto lucano Ceregliàne, sorge nella zona centro-occidentale della provincia di Matera, nel cuore delle dolomiti lucane. Il comune, infatti, è posto a più di 650 metri sopra il livello del mare. È un borgo poco popoloso: gli abitanti, chiamati ciriglianesi, sono 286.

Luoghi di interesse e attività a Cirigliano
  • Castello baronale: risale alla fine del 1500, edificato su una struttura precedente di epoca bizantina. Nonostante i lavori di restauro, la sua struttura è invariata rispetto alle origini, compresa la torre ovale, che grazie alla sua forma ellittica rappresenta ancora oggi un esempio architettonico rarissimo.
  • Chiesa Madre: contiene dei dipinti e degli affreschi di grande valore; purtroppo, è andata perduta una statua lignea di Beato Stefano Seno, precedentemente conservata nella struttura.
  • Palazzo Fanelli: sede della casa parrocchiale
  • Cappella di Santa Lucia
  • mulino Santa Maria Vignola
  • mulino Don Carmine
  • mulino di Rupicelli
  • Passeggiata per le vie del centro storico, con le “strette”, le abitazioni ad archetti e le case in pietra di Cirigliano, estratta nelle cave della zona.
  • Carnevale: di antichissima tradizione culturale, rappresenta i mesi e le stagioni tramite le colture e le tradizioni di ogni momento.
  • Torre d’argento: manifestazione più recente nella quale viene attribuito il premio, chiamato appunto Torre d’argento; a un personaggio lucano che si è contraddistinto nella vita sociale.
Piatti e prodotti tipici di Cirigliano
  • Letratte: una particolare pasta fatta in casa
  • Rafanata: frittata a base di rafano
  • Salumi locali
  • Vini locali
  • Olio extra vergine d’oliva
Rivivi qui l’intervento di Antonio Garrambone, presidente della pro loco di Cirigliano, insieme a Max e Max.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Leo Gassmann è stato ospite nei nostri studi sanremesi, parlandoci della sua esibizione al Festival e dei suoi progetti futuri.
Chiara Ferragni, prima co-conduttrice del Festival di Sanremo 2023 ha indossato i cosiddetti “abiti manifesto”. Scopriamo insieme perché.