Castiglione in Teverina, Comune laziale in provincia di Viterbo

Oggi in Good Morning Kiss Kiss abbiamo avuto come ospite Gabriella Cognini, Presidente della Pro Loco di Castiglione in Teverina, suggestivo borgo della provincia di Viterbo.

Castiglione in Teverina è una piccola località in provincia di Viterbo, al confine tra Lazio e Umbria. Sorge su una collina affacciata sulla valle del Tevere, da cui prende una parte del nome. Il Comune a poco più di duecento metri sul livello del mare è parte della Tuscia viterbese e il suo paesaggio è dominato da ulivi e filari di viti.

L’area di Castiglione in Teverina è stata abitata dagli Etruschi e il primo nucleo è nato intorno all’anno Mille nei pressi di una rocca, dove sono stati trasferiti gli abitanti della devastata Paterno nel 1351.

Il paese laziale è stato feudo dei Farnese dal 1539 ed è stato parte del ducato di Castro fino al 1637, anno in cui la popolazione locale ha deciso di affrancarsi.

In epoca risorgimentale Castiglione ha vissuto momenti difficili, soprattutto dopo il 1860, quando faceva ancora parte dello Stato Pontificio ed era a meno di un chilometro dal confine con il neonato Regno d’Italia, al quale è stato annesso nel settembre del 1870, appena prima della Breccia di Porta Pia.

Oggi la città è conosciuta come una sorta di capitale del vino grazie al MUVIS, il Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari, tra i più all’avanguardia e imponenti in Europa.

A tal proposito, la Presidente della Pro Loco di Castiglione in Teverina, Valeria Cognini, ci tiene a ricordare che “il nostro museo è un complesso produttivo di proprietà dei conti Vaselli ed è una grande cantina distribuita su cinque livelli, ormai chiusa da 20 anni. Il percorso scende nella collina alla scoperta della produzione vinicola del passato e tra le altre cose si possono ammirare enormi botti del diametro di tre metri”.

Sul territorio comunale sono presenti ben otto produttori di vino e ogni anno si svolge la Festa del Vino dei Colli del Tevere che nel 2024 si terrà dal 7 all’11 agosto.

Luoghi d’interesse di Castiglione in Teverina

  • Museo del Vino e delle Scienze agroalimentari: il polo museale racconta la storia vinicola del paese attraverso allestimenti ed esposizioni di antichi materiali, documenti e attrezzi
  • Chiesa Collegiata dei Santi Filippo e Giacomo: risalente al XVII secolo, è la chiesa parrocchiale della città ed accoglie un bellissimo crocifisso del XV secolo
  • Santuario della Madonna della Neve: chiesa campestre del XVI secolo la cui facciata è decorata con maioliche colorate
  • Rocca Monaldeschi: l’edificio del XII secolo viene costruito inizialmente come torre di avvistamento per difendere il borgo

Piatti e prodotti tipici di Castiglione in Teverina

Il vino è senza dubbio il fiore all’occhiello di Castiglione in Teverina, ma non mancano altri prodotti gastronomici e piatti della tradizione. Meritano sicuramente i formaggi locali, su tutti caciocavallo e pecorino, così come l’olio extra vergine d’oliva Tuscia DOP. Molto interessanti sono pure la focaccia con la porchetta, la tagliata di lardo di Colonnata e i ravioli con tartufo e pecorino.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

A proposito del consumo di insetti, Singapore ha da poco approvato ben 16 specie diverse che saranno commestibili in differenti fasi della loro vita. E in Italia?