Castiglione di Sicilia, borgo in provincia di Catania

Oggi ci troviamo nella provincia di Catania, a Castiglione di Sicilia, un caratteristico comune siculo. Scopriamo insieme le sue peculiarità e tutte le sue attrazioni turistiche!

In questo appuntamento di “Saluti da Kiss Kiss“, rubrica in onda dal lunedì al sabato su Radio Kiss Kiss, facciamo tappa a Castiglione di Sicilia, incantevole borgo siculo, in provincia di Catania. Detto Castigghiuni in siciliano, fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia ed il suo territorio è stato dichiarato di “notevole importanza pubblica”. Sito su una collina ubicata sul versante nord dell’Etna, è uno dei comuni del Parco dell’Etna e del Parco fluviale dell’Alcantara.

Ma scopriamo meglio questo incantevole comune!

Cosa visitare? I monumenti storici.

  • La Cuba di Santa Domenica: la più importante cuba bizantina presente in Sicilia, monumento nazionale dal 1909.
  • La Chiesa di San Nicola: al suo interno, sotto gli intonaci sono stati scoperti importanti affreschi raffiguranti il Cristo Pantocratore e gli Apostoli.
  • U Cannizzu: è un architettura militare, risalente tra il XII e il XIV secolo, si trovava fuori le mura di cinta della città e fu la prima roccaforte ad essere espugnata da Federico III re di Sicilia, quando nel 1301 riconquistò il feudo. Attualmente ne resta solo una cicatrice di cemento costruita per non far crollare la struttura.

Cosa fare? Le attività turistiche.

  • TuffAlcantara: tuffi, scivoli e tanto divertimento nel fiume Alcantara; si tratta infatti di un escursione acquatica affascinante e suggestiva che si sviluppa all’interno di splendidi laghetti creati dall’incessante opera delle acque del fiume Alcantara, il tutto in assoluta sicurezza e accompagnati da personale specializzato.
  • Le Gole dell’Alcantara: uno spettacolo suggestivo per ammirare la bellezza di questa incantevole riserva naturale.
  • Le Gurne dell’Alcantara: si tratta di una suggestiva esplorazione geologica dei laghetti scavati nella roccia lavica, vicini l’Etna.
  • Pista ciclabile Linguaglossa-Castiglione di Sicilia-Rovittello: una pista ciclabile di 10 km ricavata dall’ex tracciato ferroviario della Circumetnea tra i comuni di Linguaglossa e Castiglione di Sicilia.
Gole dell’Alcantara

Cosa mangiare? I piatti tipici.

  • Il cacio all’argentiera: dal sapore unico, è un antipasto tipico delle Madonie, preparato con formaggio fresco e contornato da caciocavallo fresco, aglio e olio d’oliva.
  • La caponata di melanzane: un insieme di ortaggi fritti, conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce. 
  • Le cozze gratinate: si tratta di un delizioso antipasto di mare, il cui ingrediente principale sono le cozze con il guscio riempito di mollica di pane, parmigiano e prezzemolo, insaporito dal liquido di cottura delle cozze stesse.
  • Le polpette di ricotta: ricotta, uovo, formaggio e pane grattugiato, prezzemolo tritato e sale; questi gli ingredienti essenziali per questa prelibatezza che va servita calda a tavola!
Cacio all’argentiera

Ecco alcuni ristoranti da provare!

  • Il Ristorante “Cave Ox”
  • Il Ristorante “Etna Golf Hotel”
  • Il Ristorante “Regio Recondo”

Quello che non sai: le curiosità

In Good Morning Kiss Kiss è intervenuto il sindaco di Castiglione di Sicilia, Antonio Camarda:

«Inizierei la visita dal Castello di Lauria. Si può parcheggiare la macchina e fare una passeggiata per le vie del borgo fino ad arrivare su al castello. Si possono ammirare palazzi storici, godere di aria pulita e passare attraverso piazze bellissime, tra cui piazza Sant’Antonio dove c’è una chiesa meravigliosa. Il Castello di Lauria è un vero gioiello. Io definisco Castiglione di Sicilia un “presepe” tra l’Alcantara e l’Etna, che si trova a 50 minuti da Catania. Quando si arriva al borgo, già dal primo bivio, si capisce cosa ci si può aspettare: vino e olio. Inoltre, ci sono paesaggi meravigliosi con un centro storico incantato, ricco di cultura e di storia. Da vedere c’è la Torre di San Vincenzo, o “U Cannizzu”, e la Cuba bizantina, monumento di importanza nazionale. A due passi dalla Cuba c’è il fiume Alcantara con le sue Gole. Dal nostro borgo ci sono sentieri che arrivano fin su all’Etna e che scendono verso le Gole dell’Alcantara. Ma ci sono anche sentieri che ci fanno ammirare l’archeologia, con i palmenti rupestri presenti fin dalla notte dei tempi nel nostro territorio. Dove si trova il Campanile della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, lì sorgeva il castello grande e si trova in una piazza da cui si può ammirare un panorama bellissimo. Tra i piatti tipici del nostro borgo ci sono i maccheroni fatti in casa con il sugo. Tra i prodotti lo spumante dell’Etna di Castiglione di Sicilia.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Finalmente è stata approvata la legge Salvamare, presentata nel 2018 dall’allora Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.
Fuori ovunque dal 20 Maggio “Luna Fortuna”, il nuovo singolo dei cantautori catanesi Lorenzo Fragola e Mameli.