Bracigliano, borgo campano in provincia di Salerno

Oggi ci troviamo in provincia di Salerno, a Bracigliano, uno splendido comune della Campania. Scopriamo insieme le sue peculiarità!

In questo appuntamento di “Saluti da Kiss Kiss“, rubrica in onda dal lunedì al sabato su Radio Kiss Kiss, facciamo tappa a Bracigliano, uno splendido comune della Campania in provincia di Salerno. Il comune sorge in una conca dell’agro nocerino e ha una superficie di 14,0 chilometri quadrati. La sua storia risale agli Etruschi dei quali sono state ritrovate numerose testimonianze. Bracigliano è stato teatro di numerose scontri, dalle guerre sannitiche alle successive guerre puniche. Il toponimo del comune è di varia natura: si ricollegherebbe a “bracia”, per i grandi fuochi che vi si accendevano in onore degli dei pagani o a “inter brachia montis” cioè tra le braccia dei monti Faitaldo-Piesco-Ariella.

Scopriamo insieme le sue peculiarità e tutte le sue attrazioni turistiche!

Cosa vedere?

Bracigliano è famosa per le sue architetture religiose:

  • Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, si tratta di uno degli edifici più antichi del borgo. La sua costruzione risale al XIV secolo. Fu distrutta a causa dell’eruzione del Vesuvio e ristrutturata. L’attuale struttura gode di un aspetto monumentale che stupisce chiunque si trovi dinanzi ad essa.
  • Chiesa della Santissima Annunziata
  • Chiesa Parrocchiale dei Santi Nazario e Celso, di cui non si hanno notizie anteriori al 1309. La Chiesa attuale è tipicamente secentesca: una sola navata, lunga m. 25 e larga m. 7. Oltre all’altare maggiore, dispone di quattro altari di cui tre in pietra.
  • Convento di San Francesco d’Assisi, un convento francescano immerso nel verde delle montagne braciglianesi. Ogni anno attrae numerosi turisti in occasione della Sagra in onore di San Francesco.

Cosa fare?

  • Immancabile una passeggiata tra la natura verdeggiante del Oasi Parco Naturale Diecimare, non molto distante da Bracigliano.
  • Tra le architetture civili, è meritevole di una visita il Palazzo De Simone.
  • Sagre ed eventi: La Sagra del Mascuotto è una sagra che si tiene annualmente nel comune di Bracigliano. 

Cosa mangiare?

  • Diffusa la coltivazione e produzione delle castagne, delle ciliegie, delle nocciole, dell’olio, del vino, del miele.
  • Il “Mascuotto”, pane di grano tostato preparato dai mastri fornai del paese.
  •  I “Fusilli alla Sannazarese” 
  • La “Pasta e Fagioli“
  • Tra i panini, quello con la “Salsiccia paesana”

Ecco alcuni ristoranti da provare!

  • Il Ristorante La Pignata
  • Il Ristorante Guernica By Luciano
  • Il Ristorante La Piccola Locandina

In Good Morning Kiss Kiss è intervenuto Giuseppe De Nardo vicepresidente del forum dei giovani di Bracigliano:

«Bracigliano è un piccolo paese, ma c’è tanto da vedere. Iniziamo dalla statua di San Francesco posizionata su una montagna. Da lì si può ammirare un panorama incredibile, soprattutto in primavera con la fioritura dei ciliegi. Bracigliano è il paese della musica e delle ciliegie. A tal proposito, c’è la Sagra del Convento e d’estate ci sono tantissime sagre, soprattutto di prodotti tipici. La visita, però, la proseguirei andando alla Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, dove ci sono delle catacombe antichissime. Più in alto, si trova un convento francescano del 1600. Bellissimo anche Palazzo De Simone, che è il cuore pulsante dell’associazionismo braciglianese. Qui si svolge il Concorso Internazionale Giovani Promesse, che porta tantissimi turisti. Bracigliano, inoltre, è circondata da montagne, perciò ci sono tanti sentieri da fare e qui arrivano anche tanti ciclisti. Il nostro prodotto tipico è la ciliegia; invece, tra i piatti tipici c’è il “mallone”, una ricetta tradizionale, fatto con foglie di cime di rapa e patate, che va accompagnato rigorosamente al “mascuotto”, pane tipico della nostra zona.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

“Non mi prendono perché non sono un influencer” risponde Zucchero su una sua probabile presenza a Sanremo, parlando poi di Beatles e U2.
Il rapper e produttore discografico Drake ha investito più di 100 milioni per rinnovare un parco a tema Basquiat, Haring, Dalì, Hockney etc.