Angri, comune campano in provincia di Salerno

Oggi ci troviamo in provincia di Salerno, ad Angri, uno splendido comune della Campania. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.

In questo appuntamento di “Saluti da Kiss Kiss“, rubrica in onda dal lunedì al sabato su Radio Kiss Kiss, facciamo tappa ad Angri, caratteristico comune della Campania in provincia di Salerno. Fa parte dell’Agro Nocerino-Sarnese, immediatamente a ridosso dell’area vesuviana. Il suo territorio va dalla base dei Monti Lattari al cuore della Valle del Sarno.

Ma scopriamo meglio questo incantevole comune!

Perché si chiama così?

Anticamente era chiamata Angra, che significava acqua stagnante o acquitrino. Nel Medioevo il toponimo risultò essere Ancharia, che voleva indicare la fertilità delle campagne e della vegetazione.

Cosa vedere ad Angri?

  • Castello Doria: ristrutturato recentemente, il castello risale al 1290, voluto da Carlo II D’Angiò. La Famiglia Doria subentra nel 1613 e nel 1908 decide di cederlo al comune per 90mila lire.
  • Chiesa di San Benedetto da Norcia: risalente al VII secolo, era inizialmente in stile gotico. Nei secoli subì molti cambiamenti e ampliamenti. Al suo interno sulle tre navate si possono ammirare le antiche colonne che reggevano la vecchia chiesa.
  • Collegiata di San Giovanni Battista e congrega di Santa Margherita: è la chiesa madre di Angri e venne edificata a partire dal 1180. Al suo interno una statua lignea ed il busto argenteo di San Giovanni Battista, patrono della città.
  • Chiesa di Santa Maria del Carmine ed ex convento dei frati carmelitani: venne eretta nel 1611 dai nobili di Angri su proposta dei frati carmelitani insieme al convento (poi andato distrutto). Al suo interno è custodita una pala d’altare raffigurante la Madonna bruna.
  • Villa comunale: si tratta degli ex giardini del Castello Doria. Di grande bellezza, al suo interno sono presenti piante e alberi secolari.

Cosa mangiare ad Angri?

  • Ziti spezzati con braciola
  • Impepata di cozze
  • Tarallucci al Naspro
  • Babà
  • Nocino di San Giovanni, liquore

Ecco alcuni ristoranti da provare!

  • Ristorante A Taverna e Mast’Aniello
  • Osteria La Cantina
  • Ristorante Antica Bettola

A Radio Kiss Kiss è intervenuta Angela Malafronte, assessore al comune di Angri:

«Una delle principali attrazioni di Angri è il Castello Doria. Da poco ristrutturato, è un castello che risale al 1290. La famiglia Doria ne venne in possesso nel 1613 e fino al 1806, insieme ai giardini con alberi secolari. Qui Richard Wagner compose la prima parte del “Parsifal” (la seconda parte la scrisse a Ravello). Tra le specialità tipiche di Angri ci sono gli Zitoni spezzati con la braciola, piatto che si prepara sempre in occasione della festa di San Giovanni.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

A dicembre 2022 uscirà al cinema “Avatar – La via dell’acqua” di James Cameron. Le prime foto di Kate Winslet che interpreta una guerriera.
Oggi ci troviamo a Pellezzano, uno splendido comune della Campania in provincia di Salerno. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.