Ritorno a scuola, Vicepresidente MOIGE: “Fare innovazione senza dimenticare la tradizione”

La vicepresidente del MOIGE, Elisabetta Scala, è intervenuta in occasione della riapertura delle scuole.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato del ritorno a scuola.

Elisabetta Scala, vicepresidente del MOIGE, ha spiegato la situazione della scuola italiana e cosa fare per migliorarla.

«Tra i punti forti della scuola c’è sempre la qualità umana, perché ci sono insegnanti veramente dedicati che la vivono come una missione. Nonostante gli insegnanti siano malpagati e ci siano situazioni molto difficili. La nostra scuola, inoltre, ha forti radici culturali, perciò bisogna fare innovazione ma senza dimenticare la grande tradizione di insegnamento. Nonostante tutte le difficoltà, quindi, gli insegnanti che ci credono sono sempre la percentuale maggiore. Nel tempo può capitare che ci siano insegnanti che si stanchino e vuol dire che tutta la struttura non li ha aiutati ad essere buoni insegnanti e questo è un peccato, infatti spesso i giovani sono più motivati. Probabilmente dopo il Covid ci potrebbe essere l’opportunità di cambiare. Da anni noi chiedevamo che la scuola si rinnovasse, da un punto di vista tecnologico e didattico. Si è dovuto fare tutto in brevissimo tempo e con tanti problemi nei risultati. Da oggi, quindi, speriamo di avere una maggiore innovazione tecnologica nella scuola senza dimenticare la tradizione, con libro e computer.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Grazie a questa nuova funzionalità, gli utenti con meno di 10.000 seguaci potranno finalmente reindirizzare i followers all’esterno della piattaforma.