Riconoscimento facciale e social scoring: l’Italia si prepara a regolamentare l’intelligenza artificiale

Il Recovery Plan prevede oltre 50 miliardi destinati alla digitalizzazione del paese. E l'Italia lavora alla regolamentazione dell'intelligenza artificiale.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di intelligenza artificiale.

Quali sono le ultime novità a riguardo? Come rivoluzionerà la nostra vita?

Ne abbiamo parlato con Alessandro Longo, direttore di agendadigitale.eu:

“Fondi del Recovery Plan per il digitale? Quasi 50 miliardi di euro saranno destinati al digitale. Si digitalizzerà la pubblica amministrazione, ad esempio tutte gli uffici della PA saranno portate sul cloud per combattere le inefficienze. C’è poi la banda ultralarga, l’obiettivo è un gigabit al secondo entro il 2026. In Italia abbiamo il primo regolamento al mondo per dare una forma all’intelligenza artificiale e una sua regolamentazione. Ci vorranno 2-3 anni per strutturare queste regole. Si vieterà ad esempio il “social scoring”, il meccanismo cinese che ti valuta in base alla tua libertà d’espressione. Sarà vietata anche l’identificazione biometrica a distanza. Le videocamere con riconoscimento facciale? E’ stato già proposto di inserirle negli stadi, è pericoloso avere tecnologie come queste senza regolamenti che traccino un confine…”

Alessandro Longo

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Anche la cantante Adele ha in programma di esibirsi stabilmente a Las Vegas. Per spostarsi da Los Angeles avrà a disposizione un jet privato.
Per la “Giornata degli Animali Enpa” si torna nelle piazze il 2 e 3 ottobre 2021. Quest’anno dal 29 settembre ci sarà una piazza virtuale su Amazon insieme a Radio Kiss Kiss.