Paul McCartney non firmerà più autografi ai fan: “Meglio fermarsi a chiacchierare”

L'ex bassista dei Beatles, Paul McCartney, ha annunciato di non voler più firmare autografi ai fan, preferendo fermarsi a parlare con loro.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Paul McCartney ha dichiarato di avere smesso di firmare autografi, perché preferisce fermarsi a parlare con le persone con cui scambiare idee e raccontare storie.

«Mi è sempre sembrata una cosa un po’ strana. Mi chiedono: “Puoi scrivere il tuo nome sul retro di questa ricevuta, per favore?” Perché? Sappiamo entrambi chi sono.»

L’ex bassista dei Beatles non ama molto neanche i selfie, confermando che preferirebbe una conversazione con i fan piuttosto che farsi scattare delle foto “scadenti”.
«Quello che di solito si ottiene è una foto scadente, con un pessimo sfondo e io che sembro un po’ infelice. Meglio fermarsi a chiacchierare e scambiarsi delle storie.»

Lo scorso 20 ottobre la leggenda vivente di “Yesterday“, insieme a Bruce Springsteen, Alicia Keys, i Jonas Brothers e altre star, ha partecipato all’annuale serata di beneficenza della “Robin Hood Benefit” che combatte la povertà della città di New York, evento durante il quale sono stati raccolti più di 70 milioni di dollari.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Sanremo Giovani ritorna. Il 22 novembre saranno resi noti i nomi dei 12 cantanti che parteciperanno alla serata finale in onda il 15 dicembre su Rai1.
Questa domenica con Pippo Pelo è venuto a trovarci Stash dei The Kolors! Qual è il suo talento nascosto? Com’è il suo rapporto con la musica? A cosa deve il suo nome?