“Opportunità straordinarie per l’agricoltura, i giovani devono approfittarne”

Perché è importante coinvolgere i giovani nel comparto agroalimentare? Quali prospettive ci sono per le attività agricole?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato delle novità contenute nel Recovery Plan per il settore agricolo.

Il comparto agroalimentare è uno dei segmenti produttivi maggiormente interessati dai piani d’investimento contenuti all’interno del PNRR.

Perché è importante coinvolgere i giovani? Quali prospettive ci sono per le attività agricole?

Ne abbiamo parlato con Alessandro Mastrocinque, presidente di CAF – Cia Agricoltori italiani:

“Le prospettive? Tantissime, c’è un piano finanziario importante che rappresenta una grande opportunità per il settore agricolo. Dobbiamo innovare, digitalizzare e passare dal vecchio concetto di agricoltura a quello moderno d’imprenditoria. C’è poi il tema climatico ed energetico: sono questi gli aspetti che dobbiamo focalizzare con questi fondi. C’è molta aspettativa nel mondo dell’agricoltura, è un settore importante che ha tenuto insieme il paese nel periodo della pandemia. Molto cittadini se ne sono accorti in questo periodo dell’importanza di questo settore. Cosa dire ai giovani che si vogliono approcciare all’agroalimentare? Tante risorse del Recovery Plan sono destinate ai giovani in questo settore. In Italia abbiamo un’agricoltura ancora vecchia, i giovani sono fondamentali per il futuro. Gli agricoltori fanno manutenzione del territorio oltre che produrre beni. Con un tablet oggi riusciamo a gestire tutti gli elementi della produzione. Ci sono opportunità straordinarie mai viste prima, i giovani ne devono approfittare”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

La playlist musicale che ha accompagnato gli Azzurri di Roberto Mancini, vincitori degli Europei di calcio 2020.
Questa mattina in Good Morning Kiss Kiss abbiamo parlato di lavoro e di giovani.