OneRepublic, prima band USA ad essere pagata in criptovaluta

OneRepublic, sono loro i primi statunitensi ad aver accettato un compenso in criptovaluta per un loro live.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

I OneRepublic diventano la prima band statunitense di livello internazionale ad accettare la criptovaluta quale compenso per la propria esibizione dal vivo.

Durante il loro live, svoltosi alla Haydn Hall a Vienna, hanno utilizzato una applicazione con pagamento in bitcoin.

Ryan Tedder, il leader del gruppo, ha dichiarato:
«Il mio gruppo ed io siamo felici di essere parte di qualcosa in cui crediamo. Senza dubbio è il futuro di come i pagamenti saranno trattati per importi illimitati di asset, esibizioni, servizi, acquisti, musica, nel mondo».

Lo stesso artista ha in serbo di essere pagato in bitcoin per un live-set privato che si terrà durante il prossimo mese di dicembre.

Questi i brani eseguiti dai OneRepublic al concerto di Vienna:

Stop and Stare
Secrets
Good Life
Run
Rescue Me
Rumour Has It (cover di Adele)
Love Runs Out
Something I Need
Halo (cover di Beyoncé)
Lose Somebody (cover di Kygo)
I Lived
Au Revoir
Apologize
Come Home
Counting Stars

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il cantante Ultimo ha annunciato sui social l’uscita del suo nuovo album il prossimo 22 ottobre.