Una coppia vuole acquistare i diritti di “Last Christmas” per distruggerla

Acquistare "Last Christmas" per farla sparire da ogni piattaforma: questo è lo strano obiettivo di una coppia di Göteborg.
I due hanno lanciato una raccolta fondi, e non sta andando nemmeno male.

Chiunque ha una canzone, se non più di una, che proprio non riesce a sopportare. La maggior parte delle volte si parla di grandissimi successi, tormentoni che sono entrati nella memoria collettiva ma che per qualcuno sono davvero inascoltabili. Se si parla di grandi classici nel periodo di Natale, non si può che pensare a un ristretto gruppo di canzoni che ogni inverno tornano in auge, tra cui Last Christmas degli Wham!.

Il brano, pubblicato nel 1984, continua a riscuotere puntualmente successo durante il periodo delle feste. Basta leggere qualche dato – come le 768 milioni di views su YouTube o l’oltre un miliardo e 120 milioni di stream su Spotify – per rendersi conto di come Last Christmas sia un grande classico della musica pop.

Due coniugi, però, la trovano davvero insopportabile. Si tratta di Tomas Mazetti, scrittore cinquantacinquenne, e la moglie Hannah, pittrice di 33 anni. L’obiettivo della coppia è quella di far sparire Last Christmas dalla circolazione, e per questo hanno addirittura attivato una campagna di raccolta fondi. Ciò che sorprende è che per ora 327 utenti hanno aderito all’iniziativa, superando quota 62 mila dollari. Una cifra importante, ma davvero bassa, se pensiamo che l’importo per poter acquistare i diritti del brano è stimato tra i 15 e i 25 milioni di dollari.

Nel raccontare la vicenda, Il Messaggero ha anche riportato alcuni virgolettati di Hannah, la quale, una volta acquisito la registrazione originale del brano di George Michael e Andrew Ridgeley, la vorrebbe “scaricare in un sito di scorie finlandese”. La donna, residente a Göteborg, ha raccontato che l’odio per Last Christmas è nato 13 anni fa, quando lavorava in un bar di Oxford ed era costretta a sentirla a tutte le ore durante le feste. “Un giorno fummo costretti, io e i miei colleghi, ad ascoltarla 111 volte nel corso di una sola giornata lavorativa” – ha raccontato Hannah.

Qualche anno dopo, ecco l’illuminazione: “Poi qualcuno ci ha detto che era teoricamente possibile acquistare i diritti della canzone e poi prenderla da tutte le piattaforme di streaming“. La pittrice spera di raggiungere la quota per potere acquistare il brano. Un’impresa, comunque, ai limiti dell’impossibile.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Fuori venerdì 27 Gennaio 2023 il nuovo singolo del rapper Breh prodotto da Shune dal titolo “Guasto d’amore”.
Duetti i Sanremo 2023: uno spoiler ne ha svelati alcuni! Saranno tutti confermati? Leggi qui le probabili performance.