Roberto Vecchioni difende Geolier: “Ha cantato una canzone bella e non semplice”

Roberto Vecchioni ha le idee chiare sulla canzone presentata da Geolier a Sanremo, visto l'apprezzamento espresso ieri in diretta tv.

Il cantautore dice la sua

Si è parlato molto ampiamente della canzone portata all'ultimo Festival di Sanremo da Geolier, I p' me tu p' te, e alla schiera dei pareri si è aggiunto anche Roberto Vecchioni. L'artista, nonché esperto di lingua, è intervenuto su La7 nel programma "In altre parole" condotto da Massimo Gramellini.

Interpellato in particolare sul pezzo di Geolier, che per alcuni è risultato incomprensibile e per altri non meritava una posizione così alta al Festival di Sanremo 2024, Roberto Vecchioni ha voluto chiarire: "Innanzitutto Geolier ha cantato una canzone non semplice. Se qualcuno ha capito il testo, lì si tratta di “ognuno va per la sua strada perché pur amandoci non ci capiamo”, e non è un tema proprio facile, è un tema importante, sono cose notevoli".

Delle parole molto chiare di apprezzamento da parte del paroliere, che sembra spegnere definitivamente la polemica intorno al rapper partenopeo. Generalizzando, poi, a Roberto Vecchioni è chiara una certa antipatia verso Napoli, che è manifestazione di un più radicato antimeridionalismo. "Un po’ di avversità - ha dichiarato infatti il cantautore - verso il sud e verso Napoli c’è. Secondo me c’è dell’invidia, perché Napoli è un regno dal 1200, quando altrove si pascolavano le capre. Napoli è una delle città più immense del mondo, lì hanno inventato la musica".

Infine: "Napoli è una città provvisoria, è sotto un vulcano, ogni giorno è una vita perché può succedere di tutto, ha avuto tutte le dominazioni possibili e immaginabili, potevano morire da un giorno all’altro. Invece, sono diventati fortissimi, eccezionali, fantasiosi, meravigliosi e in più fanno conoscere l’Italia. Io amo Napoli. Io sono figlio di napoletani, ma anche se non lo fossi direi le stesse cose. Tutti conoscono l’arte di Roma, - chiosa Roberto Vecchioni - ma andate a vedere cose c’è a Napoli e nelle sue chiese".


Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il racconto di Mahmood a partire dagli anni in cui il successo era solo un sogno. Ecco le parole del cantante.
Il bonus mamme 2024 si allarga anche alle mamme coinvolte nella Pubblica Amministrazione. Dovrebbe essere erogato nel mese di maggio.