Palermo, il pubblico invade il palco durante il concerto e Geolier se ne va

Il tempo di tre canzoni. Tanto è durato il concerto di Geolier -al secolo Emanuele Palumbo- ai Cantieri Culturali della Zisa dove si trovava per esibirsi nell’ambito della rassegna Green Pop Festival. Un evento atteso da molti nel capoluogo siciliano che è stato però sospeso dopo soli venti minuti.

Fin da subito, il rapper campano aveva dato segni di frustrazione quando si è visto costretto a intervenire nei confronti di alcuni fan che, dalle retrovie, non rispettavano chi era in fila dalla mattina per guadagnarsi i posti migliori. Poi, il momento più critico quando un gruppo di spettatori ha deciso di salire sul palco, tra spintoni e lanci di bottiglia, durante la performance dell’artista rendendo impossibile il prosieguo dello spettacolo.

Preso atto che il concerto non poteva essere portato a termine, Geolier ha deciso di abbandonare il palco anzitempo, tra i fischi di gran parte del pubblico che aveva atteso ore sotto il sole per assistere allo show. Tante le proteste anche contro la cattiva gestione dell’evento rivelatasi inadeguata a gestire l’esuberanza dei fan.

Dopo la sfortunata avventura, l’artista si è scusato sui social. “Mi spiace aver dovuto interrompere il concerto di questa sera a Palermo -scrive in un post su Instagram- ma purtroppo è stato per motivi indipendenti dalla mia volontà e per questioni di ordine pubblico e di sicurezza. Mando un grande abbraccio a tutti i miei fan palermitani, sono sicuro che ci rivedremo molto presto”.

Foto: LiveSicilia

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare