Maroon 5, dopo otto anni ritornano in Italia

La band dei record – i Maroon 5 – formatisi nel 1995 e composto da Adam Levine, James Valentine, Matt Flynn e Jesse Carmichael e riconosciuti con ben tre Grammy Award, tornano in Italia. Con oltre 135 milioni di copie vendute in tutto il mondo, quasi nove milioni di followers solo su Instagram e molti di più in giro per il mondo, divenendo uno dei gruppi di maggior successo della storia della musica internazionale, i Maroon 5 saranno i primi headliner del Firenze Rocks 2023 il 18 Giugno.

Il gruppo di Los Angeles, infatti, si esibirà sul palco della Visarno Arena il 18 giugno prossimo, il festival prodotto da Live nation Italia – alla sua quinta edizione – i cui biglietti per parteciparvi sono in vendita, dopo le necessarie prevendite riservate, dal 16 dicembre sul circuito TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati. Ed oltre al Firenze Rocks l’annuncio del loro tour mondiale prevede anche diverse partecipazioni a festival in Europa, tra cui il Prague Rocks nella Repubblica Ceca, il Tinderbox in Danimarca e il Main Square Festival in Francia. 

Ma come spesso accade l’annuncio della band ha suscitato varie polemiche: c’è chi infatti afferma che i Maroon 5 col rock non c’entrino proprio nulla con l’anima del festival che ha ospitato, negli anni, punti di riferimento per gli amanti del rock in Italia, con band del calibro di Aerosmith, System of a Down, Foo Fighters, Ozzy Osbourne, Guns N’ Roses, Tool, Muse, Cure, Green Day, Metallica e Red Hot Chili Peppers a fare da headliner.

Con certezza però possiamo affermare che l’arrivo del gruppo musicale pop statunitense farà felice tutti i fan in Italia che aspettavano questo momento da ben otto anni: l’ultima apparizione italiana della band, infatti, risale al 2015. Così, per la prima volta quindi il bel Paese potrà ascoltare e godere anche dei brani racchiusi in Jordi, il loro ultimo album, pubblicato l’11 giugno del 2021.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Chiara Ferragni, prima co-conduttrice del Festival di Sanremo 2023 ha indossato i cosiddetti “abiti manifesto”. Scopriamo insieme perché.
Tananai è stato ospite nei nostri studi sanremesi. “Spero di andare meglio dell’anno scorso”, ci ha detto scherzosamente.