Marco Carta ci racconta il suo “Sesso Romantico”

In radio ed in digitale dal 24 giugno il nuovo singolo del cantante sardo Marco Carta, intitolato "Sesso Romantico".
marco carta

Marco Carta si spoglia da ogni cliché per raccontarci la sua visione di “Sesso Romantico“. Scritta dall’artista con Matteo Faustini e Marco Rettani, prodotta da Enrico “Kikko” Palmosi, è l’occasione perfetta per il cantante sardo di ritornare in radio dopo il suo settimo ed ultimo album “Bagagli Leggeri” del 2019.

Il nuovo singolo di Marco Carta

Un brano pop che dietro un testo senza troppi veli ed un sound spensierato nasconde un senso profondo. L’argomento centrale è lo stesso su cui hanno da sempre discusso poeti e filosofi come Aristotele, quando disse: “Educare la mente, senza educare il cuore significa non educare affatto”. La lotta tra il cuore e la mente, eterni rivali perché a furia di lottare dimenticano la strada del compromesso è anche il dilemma che affligge da anni i cantanti di tutto il mondo. Ad offrirci una via di fuga è il nuovo singolo di Marco, secondo cui il perfetto connubio tra questi sarebbe il suo “Sesso Romantico“.

“Basta giudicarmi, voglio andare avanti.
Quanto costa l’apparenza di star bene quando sei davanti agli altri.
Solo davanti.
Sento il tuo calore che si gonfia e che si alza.
Sento le tue labbra, la pressione che si alza.
Sento che il mio cuore era seduto e ora si alza.
Pomeriggi di sesso romantico.
Siamo solo noi, solo noi, ancora un attimo
siamo solo noi solo noi il cuore al massimo.”

Queste le parole usate dal cantante per descrivere la sua canzone:

“Sesso romantico” parla di un duplice senso, quello del cuore libero e quello della colpa che rimane aggrappata alla testa, la stessa testa che non vuole ammettere che è necessario prima di fallire per essere felici. Si deve accettare e attraversare il dolore e capire che non sempre la nostra felicità è la felicità del prossimo.”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.