Liam Gallagher: “La reunion degli Oasis sarà un miraggio se Noel non farà il primo passo”

Liam Gallagher ha affermato che l'iniziativa per il ritorno sui palchi degli Oasis dovrebbe prenderla fratello Noel.
Insomma, le probabilità si riducono

Molti fan, in giro per il mondo, sperano ancora che gli Oasis possano tornare insieme per rispolverare la loro grande carriera. Come sappiamo, però, la loro incompatibilità è dovuta principalmente al rapporto burrascoso tra i fratelli Noel e Liam Gallagher, fondatori della celebre band britpop. Entrambi sono stati spesso interrogati sull’eventualità di rimettere su il progetto, questa volta è toccato a Liam Gallagher dire la sua.

In un’intervista rilasciata al Times on Sunday, l’artista ha affermato: “Il ritorno degli Oasis rimarrà un miraggio se non sarà Noel a fare il primo passo.” Una dichiarazione a sorpresa, che Liam ha dovuto approfondire ulteriormente.

È poi arrivata la spiegazione. “Ha deciso lui per la separazione. Spero possa ripensarci e realizzare di essere stato troppo severo con me. Forse è arrivato il momento per lui di tendermi la mano. A quel punto non esiterei a riportare in vita gli Oasis.”

La scelta dello scioglimento, racconta Liam Gallagher, era prettamente del fratello Noel, quindi. Allo stesso modo, spetterebbe a lui riportare sui palchi la band. Dalle parole dell’artista traspare anche un certo risentimento per il trattamento ricevuto.

La possibilità di rivedere gli Oasis è dunque più lontana, se ci atteniamo alle parole di Noel Gallagher che vi avevamo raccontato lo scorso aprile. In quell’occasione, interpellato sull’argomento, il leader dei Noel Gallagher’s High Flying Birds aveva risposto ironicamente “Oh sì, ci riuniremo in un grande tour. E faremo anche Morning Glory. E anche i Beatles si riuniranno e John Lennon tornerà dall’aldilà.” Parole che suonano come una sentenza e che allontanano la reunion che tutti attendono.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare