J. Raise, Jr & Alijaa con “Don’t Sweat It”

"'Don't Sweat It' è una riflessione a mantenere sempre la calma, non preoccuparsi troppo delle cose, è un invito alla meditazione." 

"'Don't Sweat It' è una riflessione a mantenere sempre la calma, non preoccuparsi troppo delle cose, è un invito alla meditazione. Così J. Raise, Jr & Alijaa sul singolo feat. Mick Jenkins tratto dall'album di debutto Call For You (Island Records/Universal Music Italia).

"Il lirismo immaginario di Mick si allinea perfettamente con la nostra musica e le nostre ispirazioni. È una delle penne più interessanti della scena attuale e alcuni dei suoi progetti hanno avuto un forte impatto anche sulla nostra creatività. Il beat non è probabilmente quello che ci si potrebbe aspettare per una sua collaborazione, ma è la fusione dei toni a renderlo così speciale", continuano.

Sono diciassette le tracce di Call For You per i fan della scena Hip Hop/nu-jazz internazionale, prodotte fra Italia, Stati Uniti e Londra con l'aiuto di alcuni ospiti. Oltre a Jenkins, il rapper di Detroit Frank Nitt (Out of It), del leggendario duo Frank N Dank (colleghi storici di J Dilla), il californiano Hiero(Whatever You Do, Take Me With You), artista nel roster SomeOthaShip (Madlib, Declaime, Georgia Anne Muldrow) e la britannica parthenope (A Hope Continuing), cantautrice e sassofonista avvistata anche in Blue Note Re:Imagined.

Classe 1996, J. Raise, Jr (Gianni Lepore) è un artista/produttore italiano, incontenibile crate digger e collezionista di vinili. La sua musica è costruita su groove sincopati nutriti dalle sonorità afroamericane, mossi dalla dolcezza del soul e dalla complessità del broken beat. Inizia a produrre nel 2015 e dopo due anni debutta discograficamente, partecipando a Sky (one Ep for Nujabes and J Dilla) di Saito. Nel 2019 pubblica i beat tape Hi My Name Is, Vol. 3 e No Man's Tape (Resilienza Records), si fa notare da Esa AKA El Presidente che lo vuole in Check me outchyall, la traccia di apertura di 20 FlessioniPasse_Partout in Mega Heartz di Comma Uno. Si accosta alla scena lo-fi producendo tanti brani inclusi Life's Beautiful di Alsogood e Hoodstory di Odeeno. Nel 2020 entra nel collettivo/label NINETOFIVE e pubblica l'album solista Lifted Quest, raggiungendo oltre 300k stream su Apple Music, a cui fa seguito Likewise nel 2021, allargando la sua fanbase a Stati Uniti, Giappone ed Europa.

Alijaa (Theodore Howarth) è un cantautore, polistrumentista e produttore britannico di nu soul, abile nel creare un suono distintivo grazie alle armonie create con pianoforte e violoncello. Alijaa è co-fondatore della band nu-jazz Vertaal, un solo album all'attivo (Paradigm Shifting) molto acclamato dalla critica londinese. "One to watch" per il collettivo Jazz RefreshedBBC Introducing e Amazing Radio, sono stati supportati anche da BBC RadioJazz FM e Worldwide FM. I Vertaal si sono esibiti più volte al Ronnie Scott's Club e Jazz Cafè, oltre ad affiancare, come special guest, artisti del calibro di Rueben JamesMark GuilianaRichard Spaven e PBug. Inoltre Alijaa ha anche prodotto e suonato in dischi di altri artisti, come 40 Watt Sun, Deborah Jordan, Jack in Water e parthenope.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Marco D’Amore è stato ospite negli studi di Radio Kiss Kiss. Ci ha raccontato del suo ultimo film, ma anche della sua carriera nel cinema.
Sono stati approvati una serie di regolamenti sul Codice della strada non esattamente in linea con la stretta sulla sicurezza. Vediamoli.