Ernia, Fabri Fibra e Bresh in “Parafulmini”

In arrivo in radio ed in digitale dal 26 Maggio 2023 il nuovo brano dei rapper Ernia, Fabri Fibra e Bresh dal titolo "Bresh".

In rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali dal 26 Maggio il nuovo brano di Ernia, Fabri Fibra e Bresh insieme per la prima volta in "Parafulmini" per l'etichetta Island Records Italy.

Il testo di "Parafulmini" di Ernia, Fabri Fibra e Bresh

Sui social correvate su una Benz
Sembrava Di Martino mentre tu Belen
Era tutto finto su, vabbè
In foto anche i tralicci sulla Tour Eiffel

Ti riprendi appena atterri
Di momenti vuoi riempirci il feed
Giù la maschera, Jim Carrey
Siete spenti lo vediamo da qui

Ti nascondi, come mai?
Dietro un mucchio di cose che mostri e non hai
Cosa non faresti per i like
Sai che ti annoierai, però ci vai a Dubai

Oh
Sai che sarebbe bellissimo
Se senza dirlo partissimo
E mi mostrassi di tе
Quello che in retе non c’è

E non ti puoi nascondere dietro gli occhiali, da sole
Tanto le persone sono tutte uguali, da sole
Tutti i tuoi silenzi in una sola frase
Come parafulmini sopra le case

Che disperazione, sarebbe stato bellissimo
E tutte le canzoni nascono per caso, da sole
E non sai quella notte quanto ti ho cercato, amore

Poi le tue promesse le ho dimenticate
Scusa se ti ho detto un mare di cazzate
Che liberazione, avevo voglia di dirtelo

Ah
Tu volevi toccare le stelle
Con un tipo complicato e ribelle
Io mi sono fatto avanti, ma niente
Dicevi “che faccia da perdente”

Questo vino è forte, che botta
Il locale è pieno che scoppia
Fuori c’è la coda, che bomba
È il mio disco che sfonda

E l’albergo è perfetto, anche il centro massaggi
E tu adesso mi mandi i messaggi
Tu guarda, ora che ce l’ho fatta
“Ne ero certa” mi dici, bugiarda

È passata la nostra occasione
Però grazie per l’ispirazione
Che dalla nostra storia c’è uscita la strofa per questa canzone

E non ti puoi nascondere dietro gli occhiali, da sole
Tanto le persone sono tutte uguali, da sole
Tutti i tuoi silenzi in una sola frase
Come parafulmini sopra le case

Che disperazione, sarebbe stato bellissimo
E tutte le canzoni nascono per caso, da sole
E non sai quella notte quanto ti ho cercato amore

Poi le tue promesse le ho dimenticate
Scusa se ti ho detto un mare di cazzate
Che liberazione, avevo voglia di dirtelo

Oggi non so che mi succede, ma
Avevo voglia di dirtelo, ah ah
E parlo ancora come fossi qua
Avevo voglia di dirtelo, ah ah

E non ti puoi nascondere dietro gli occhiali da sole
Tanto le persone sono tutte uguali da sole
Tutti i tuoi silenzi in una sola frase
Come parafulmini sopra le case

Che disperazione, sarebbe stato bellissimo
E tutte le canzoni nascono per caso da sole
E non sai quella notte quanto ti ho cercato amore

Poi le tue promesse le ho dimenticate
Scusa se ti ho detto un mare di cazzate
Che liberazione, avevo voglia di dirtelo

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il fenomeno della desertificazione bancaria continua ad affliggere l’Italia. Esistono soluzioni per aiutare i piccoli comuni?
Maria Esposito, la Rosa Ricci di “Mare Fuori”, ha voluto lanciare un messaggio molto chiaro a chi proviene dai Quartieri Spagnoli come lei.