Damon Albarn preferisce Billie Eilish a Taylor Swift

Il frontman dei Blur, Damon Albarn, ha ammesso di preferire chi scrive le canzoni da sé, come fa Billie Eilish, a differenza di Taylor Swift.

Damon Albarn, leader dei Blur e ideatore del progetto Gorillaz, ha parlato di Taylor Swift. La popstar di “Midnight Sky“, che non scrive le sue canzoni e che fa una scrittura a quattro mani, secondo il cantautore londinese va in contrasto con la visione “tradizionalista” del songwriting, di come si dovrebbe scrivere autonomamente un brano.

Damon Albarn, nella sua chiacchierata con un quotidiano californiano, ha parlato degli artisti che scrivono da soli le loro canzoni:
«Comprendi se le canzoni sono buone oppure se erano popolari in quel momento per merito del suono e dell’atteggiamento.»

Alla domanda se gli artisti musicali si basano sull’atteggiamento oppure sul suono risponde:
«Nominami qualcuno che non lo fa».

Parlando di Taylor Swift, Albarn ha dichiarato che lei non scrive da sola per intero le sue canzoni. «La co-scrittura è molto diversa dalla scrittura. Non sto criticando nessuno, sto solo dicendo che c’è una grande differenza tra un cantautore e un cantautore che co-scrive. Ciò non significa che il risultato non possa essere davvero eccezionale.»

E aggiunge:
«Alcuni dei più grandi cantanti, voglio dire, Ella Fitzgerald non ha mai scritto una canzone in vita sua. Quando canto, devo chiudere gli occhi ed essere lì dentro. In questo senso suppongo di essere un tradizionalista. Un cantautore davvero interessante è Billie Eilish con suo fratello. Sono più attratto da questi che da Taylor Swift. È solo più cupa, meno infinitamente ottimista. Penso che lei sia eccezionale.»

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Il producer multiplatino AVA torna, in radio ed in digitale dal 1 luglio, con il singolo “Tête”. Ad accompagnarlo ci saranno i rapper Medy e VillaBanks.
Siccità ed emergenza idrica stanno mettendo a dura prova l’Italia. Ne parliamo con Stefania Di Vito di Legambiente.