CoCo e Luchè, il testo di “Qualcosa da bere”

Ecco di seguito il testo del nuovo brano inedito dei due rapper partenopei in collaborazione: "Qualcosa da bere" di CoCo e Luchè.

CoCo, Luchè e Geeno insieme: il risultato è una ballad accattivante, perfetta per le calde giornate estive e che ci ricorda di nuovo la grande abilità di suscitare emozioni, caratteristica della scrittura dei due artisti, da sempre in grado di colpire il lato più intimo dell’ascoltatore sui beat più diversi. 

Il sodalizio tra CoCo e Luchè si è ormai consolidato nel tempo. La loro collaborazione, fatta di stima reciproca e di una profonda amicizia che li lega e che li ha visti insieme sul beat in varie occasioni, è iniziata ormai sette anni fa con “Malammore”, album culto di Luchè, e “La via giusta per me”, disco di esordio di CoCo.

Il testo di “Qualcosa da bere” di CoCo e Luchè

Quando hai paura tienimi le mani
Il pavimento sotto ai piedi non c’è
Tanto poi mi scriverai domani
“Andiamo a prendere qualcosa da bere?”

Ma se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?
Se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?

Perché sei venuta da me se non hai le idee chiare?
Parli già di noi come se conoscessi il finale
Mi hai chiesto “scommettiamo chi è chе sarà il primo a lasciare?”
Ma è come rinunciarе a un jet per paura di volare

Non mi interessa se sto rischiando
Anche quando non c’eri io ti stavo baciando
Tu sei quella cosa che non ho mai provato
Tu sei quel colore che non ho mai indossato

Voglio darti l’anima nel back di una Cadillac
Quella felicità per cui scende una lacrima
Possiamo fare squadra ma senza una tattica
Cancellare il male come fai con una svastica

Otto giorni sul set, volano i secondi
Voglio tenerti la mano mentre scappi dai ricordi
Voglio essere una data che non scordi
Darti quello che non compri con i soldi

Quando hai paura tienimi le mani
Il pavimento sotto ai piedi non c’è
Tanto poi mi scriverai domani
“Andiamo a prendere qualcosa da bere?”

Ma se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?
Se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?

Forse lavori troppo, giuro che non ci provo
Stesi sul mio divano guardiamo un altro episodio
Parlami dei tuoi sogni, delle tue insicurezze
Che fai nel tempo libero, se credi alle promesse

Sai che gli errori si pagano solo se si amano
Due cuori si aprono solo se si parlano
I tesori si trovano solo se si cercano
Hai un’espressione stanca, non temere

Dai, facciamo un viaggio dove nessuno ci vede
Profumo un ambiente, massaggi ai piedi e candele
Io cercavo conferme, tu cercavi conferme
Ogni volta che mi perdi poi ritorno sempre

E anche se nascondi le tue emozioni come cicatrici
Tu non sai che so leggere le cose che non dici
Ti sorprende questo mio lato dolce
Ma le cose profonde vanno dette a bassa voce

Quando hai paura tienimi le mani
Il pavimento sotto ai piedi non c’è
Tanto poi mi scriverai domani
“Andiamo a prendere qualcosa da bere?”

Ma se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?
Se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?

So che mi cerchi anche se non mi chiami
Provi a convincermi che in fondo va bene
Tanto poi mi scriverai domani
“Andiamo a prendere qualcosa da bere?”

Ma se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?
Se di noi non resta niente
Cosa ci fai qui?

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dallo scorso 1° luglio si è ufficialmente conclusa l’era del mercato tutelato per passare al mercato libero che sarà l’unica modalità di fornitura energetica