Brad Pitt riapre lo studio di registrazione dei Pink Floyd

L'attore americano Brad Pitt ha deciso di riaprire lo studio di registrazione nella sua tenuta a sud della Francia, dopo anni di inattività.

Brad Pitt e i Pink Floyd, un binomio inedito ma fondamentale per la riapertura dello studio di registrazione tra i più importanti della storia.

L’attore americano è proprietario della tenuta vinicola a Château Miraval, nel sud della Francia, all’interno della quale si trova lo studio dove nel 1979 la band di Roger Waters registrò parte del loro “The wall“.
Brad Pitt ha deciso di ristrutturare la sala e di riaprirla nel 2022, dopo diversi anni di inattività.

Lo studio fu fondato a Miraval nel 1977 dal pianista jazz Jacques Loussier e dall’ingegnere del suono Patrice Quef.
Oltre ai Pink Floyd in quello studio registrarono anche AC/DC, Judas Priest, Cure e i Muse.

Brad Pitt, che ha acquistato il terreno nel 2012 insieme all’ex moglie Angelina Jolie, ha deciso di ristrutturarlo e di riaprire agli artisti le porte della sala.

L’Hollywood Reporter segnala che Pitt collaborerà alla ristrutturazione dello studio con Damien Quintard, ingegnere del suono che nel corso della sua carriera ha affiancato artisti del calibro di Brian Eno e Gaspard Augé.
«Ci siamo scritti, poi lui è venuto nel mio studio a Parigi. È stato un bell’incontro. Abbiamo parlato per ore e ore e mi ha spiegato il suo progetto riguardo lo studio Miraval. Ero entusiasta. Ho ideato lo spazio, ora ci stiamo lavorando», ha raccontato Quintard.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo due anni difficili, il turismo italiano è in grande ripresa. Ne parliamo con il Dott. Domenico Pellegrino, CEO di Bluvacanze.
Molta confusione su scadenza Imu e cashback sanitario. Ne parliamo con Francesco Oliva di informazionefiscale.it