Adele, tra divorzio e nuovo album, si racconta a Vogue UK

La cantante britannica ha rilasciato, per la prima volta dopo cinque anni, una lunga intervista a Vogue UK, raccontando del divorzio e del nuovo album.

La prima intervista in cui parla di musica dopo cinque anni. Adele si svela a “Vogue UK“, che le dedica la copertina.

La cantante ha raccontato di essersi lasciata alle spalle il fallimento del matrimonio e dopo l’annuncio del singolo “Easy on me” torna con un nuovo album.

Ha affermato:
«Questo album è tante cose insieme: un’autodistruzione, un’autoriflessione e una sorta di auto-redenzione. Ma sono pronta. Voglio davvero che le persone ascoltino la mia versione della storia questa volta. Mio figlio aveva moltissime domande. Domande molto buone, domande davvero innocenti, a cui non avevo risposte. Come “Perché non potete più vivere insieme?”. Volevo spiegargli, attraverso quest’album, chi sono e perché ho scelto volontariamente di smantellare tutta la sua vita alla ricerca della mia stessa felicità. Ed è una vera ferita per me e non so se riuscirò mai a guarire.»

Adele continua:
«Nel disco ho lavorato con Max Martin, Greg Kurstin, Inflo e Ludwig Göransson. E no, non ci saranno duetti, anche perché è una storia che dovevo raccontare per conto mio». Ha poi toccato un tema delicato, quello della forma fisica: «Le persone sono scioccate perché non ho condiviso il mio percorso di salute – ha proseguito Adele – Siamo abituati alle persone che documentano tutto su Instagram. Questa cosa, invece, l’ho fatta per me stessa e per nessun altro. Perché mai avrei dovuto condividerla? Non lo trovo affatto utile. Si tratta del mio corpo. La palestra è semplicemente diventata il mio tempo. Mi sono resa conto che quando mi stavo allenando, non avevo alcuna ansia. Non si è mai trattato solo di perdere peso».

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.