Addio a Michael Lang, creatore del festival di Woodstock

Ci ha lasciati all'età di 77 anni Michael Lang, impresario musicale che nel 1969 organizzò il leggendario Festival di Woodstock.

È scomparso a 77 anni Michael Lang, l’organizzatore e promoter della prima storica edizione di Woodstock nel 1969 e degli eventi successivi legati al raduno musicale che ha fatto la storia.

Lang, con John P. Roberts, Joel Rosenman e Artie Kornfeld, organizzò lo storico live nei giorni compresi tra il 15 e il 18 agosto del 1969.
Queste date cambiarono definitivamente la concezione della musica dal vivo. 400.000 persone a Bethel, appena fuori New York, per vedere nomi come Jimi Hendrix (che si ritrovò a suonare alle 9 del mattino), Carlos Santana, Who, Crosby, Stills, Nash & Young e Grateful Dead. Un evento che nel tempo è diventato sempre più leggendario grazie al film di Michael Wadleigh.

Lang, come conferma l’edizione statunitense di Rolling Stone, è morto sabato sera all’ospedale Sloan Kettering di New York per una rara forma di linfoma di Hodgkin.

Lang era rimasto sempre il “volto” di Woodstock, tanto da trasformarlo in un brand.
Dopo l’edizione del ’69, Lang continuò ad organizzare eventi celebrativi: per il decimo anniversario della rassegna gli artisti presenti nel cast dell’edizione originale, da Richie Havens a Taj Mahal, da Country Joe and the Fish ai Canned Heat, da Jeff Baxter a Elliott Randall, si esibirono, nel 1979, al Madison Square Garden di New York, mentre dieci anni dopo, per il ventennale di Woodstock , un gruppo di artisti guidati dal chitarrista folk Rich Pell tenne una serie di concerti improvvisati nello spazio che ospitò la prima edizione del ’69.

Nel ’94, per i venticinque anni, a circa dieci miglia dalla location originale, si tenne un grande festival di due giorni (il 13 e 14 agosto), al quale presero parte, i Violent Femmes, Aphex Twin, Joe Cocker, Crosby, Stills, & Nash, Nine Inch Nails, Metallica, Aerosmith, Primus, Cranberries, Bob Dylan, Red Hot Chili Peppers, Peter Gabriel, Green Day, Santana, e Zucchero a rappresentare l’Italia.

Nel 2019 Michael Lang credeva molto nel cinquantesimo anniversario, ma quell’edizione fu purtroppo piena di problemi, sia logistici che di cast: Miley Cyrus, Santana, Racounteurs e Lumineers, Jay-Z e John Fogerty si erano ritirati dopo avere inizialmente accettato di partecipare.

Di seguito una delle sue ultime dichiarazioni prima del cinquantesimo anniversario dell’evento:
“Woodstock 1969, la gente arrivò per tre giorni di pace, amore, musica e vita in comune: è questo che l’ha reso speciale. Noi speriamo che da Woodstock 50 la gente non esca solo divertita, ma anche migliorata; speriamo che Woodstock 50 possa cambiare la vita di chi vi parteciperà.”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.
Oggi ci troviamo ad Agazzano, uno splendido comune dell’Emilia-Romagna in provincia di Piacenza. Scopriamo insieme le attrazioni e il cibo.