Tropico: “Mi piace divertirmi, sperimentare in più generi. Le canzoni devono “sapere” di vita”

Tropico è stato ospite in Good Morning Kiss Kiss in vista del concerto del 28 giugno a Piazza del Plebiscito

Ciao Tropico, tu hai una doppia vita. Quella del cantautore di proprie canzoni e di cantautore per gli altri e ne hai scritte davvero tante. Ma quale delle due preferisci?

Per fortuna sono due vite separate ed è sempre stato molto semplice dividere le due strade. Quando scrivo per me lo so già perché sono fatti personali e non riuscirei a far cantare una canzone che penso per me ad un altro.

Ecco, tu sei trasversale, scrivi per tutti e di tutto

Io di natura sono molto curioso, sono un grande divoratore di musica e ascolto di tutto. La curiosità è stata la chiave di tutto e collaborando con artisti diversi riesco ad imparare linguaggi nuovi ed arrivare a un pubblico che non è il mio e ciò mi serve anche per la mia musica.

Per quanto riguarda il tuo album, Non esiste amore a Napoli, arriva dopo due anni di lavoro.

Due anni per me sono un tempo giusto per valutare un disco.

A tal proposito, hai un momento della giornata in cui sei più prolifico?

Fondamentalmente io sto sempre scrivendo. Pure quando sono al mare o in qualsiasi posto. Le canzoni nascono da una scintilla, da un’idea. Una volta trovata quella, il più è fatto. La mia storia è stata questa, ho sempre voluto scrivere canzoni.

Secondo te, qual è il successo delle tue canzoni? Ovvero qual è il focus di tale successo?

In generale mi piace divertirmi, sperimentare in più generi. Le canzoni devono “sapere” di vita. Ecco perché faccio così fatica a scrivere i dischi perché sono cose che devi prima vivere. Se le canzoni sono vere riesci ad arrivare prima al cuore delle persone.

Ad un certo punto hai incontrato Cesare Cremonini ed è stata una sorta di svolta.

Si. Cesare è stato il primo con cui è nata una collaborazione d’autore. È stato il primo artista con cui ho cominciato a scrivere canzoni non soltanto per me. È nato tutto per gioco. Eravamo già amici.

Invece per quanto riguarda il concerto del 28 giugno a Napoli, ci saranno degli ospiti?

Si, certo è una data speciale che chiude il percorso del disco. Posso dire che saranno più di cinque e meno di dieci. Non posso anticipare nulla per adesso!

GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

A proposito del consumo di insetti, Singapore ha da poco approvato ben 16 specie diverse che saranno commestibili in differenti fasi della loro vita. E in Italia?