Irama a Radio Kiss Kiss: “Il litigio con Grignani? Fake news, abbiamo uno splendido rapporto”

Ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Irama ci ha raccontato tantissime curiosità sul suo brano "Ovunque sarai" con cui è in gara a Sanremo2022.

Irama è uno dei 25 artisti in gara alla 72esima edizione del Festival di Sanremo. Il suo brano “Ovunque sarai” è uno dei pezzi più commoventi di questo Sanremo. Intervistato dal duo Marco e Raf, ci ha descritto come sta vivendo questi ultimi giorni del festival.

Ascolta il podcast completo

Marco e Raf: “Stasera anche per te si chiude questo Festival. Vogliamo tirare le somme? Come è andata?”

Irama: “Beh, ditemelo voi. Io ci sono dentro (ride)”

”La tua canzone ci ha emozionato un sacco, ci arriva l’intensità di quello che dici. Il testo parla di una persona che non c’è più…Era questo il messaggio che volevi mandare?”

“Era assolutamente questo.Sono contento che il messaggio sia arrivato, era proprio ciò che avrei voluto trasmettere.”

”Immaginiamo anche lo sforzo emotivo che fai ogni volta che ti esibisci…”

“Sìsì, diciamo che la canzone è molto intima ed è anche l’outro del disco, quindi per me è come fare un percorso a ritroso. È come un punto dentro di me, quindi salire sul palco e cantarla è sempre abbastanza struggente, è un po’ come scavarsi dentro. ”

“Rispetto allo scorso anno notiamo un Irama molto più poetico rispetto a quello delle hit delle estati scorse, un Irama che ti entra dritto nel cuore..”

“Diciamo che la differenza con Genesi, anche se in verità anche quella canzone è stata scritta a mo di poesia, è un po’ come “La ballata dell’amore ceco”, c’è questo contrasto: ti sembra più ballabile e ti dà un meno l’impressione poi in verità nel testo ci sono tante connessioni. Secondo me, questo è un parere soggettivo, (può piacere o non piacere la canzone) mi piace pensare che quella dell’artista non sia solo una crescita anagrafica ma anche una crescita personale e che è bello cambiare, continuare a fare cose differenti. Trovo che l’ecletticità sia un po’ una forma mentis di libertà, per quanto riguarda l’arte che non deve essere vincolata ad un unico genere altrimenti sarebbe una roba di mercato e non sarebbe più arte.”

“A noi arriva un urlo che viene proprio dall’anima di Irama”

“Sì, è nudo e crudo, è una cosa pura, non è pensata. È stato Amadeus che ci teneva che io venissi con questa canzone, è stato molto bello l’incontro tra noi due perché ci teneva molto che scegliessi proprio questa canzone per venire. È stato molto difficile perché è una canzone molto intima per me.”

“ ‘Ovunque sarai’ anticiperà il tuo nuovo album, in uscita a fine mese, il 25 febbraio. Hai annunciato che ci saranno tante collaborazioni. Ce ne sveli una? Ricordiamo che l’album si chiamerà “Il giorno in cui ho smesso di pensare”. Una frase forte per tutti, no? ”

“Per me è proprio l’opposto, il titolo è anche un po’ una provocazione. Svelare una collaborazione? No, non posso però posso darvi un indizio: in questo stesso periodo lo avete visto.”

“Per quanto riguarda il look tu sei sempre molto originale: hai indossato una maglia che ha fatto parlare molto. Una maglia fatta all’uncinetto, a rete, che ci ha ricordato il centrotavola che troviamo dai nostri nonni. Abbiamo associato l’immagine di nostra nonna sia alla canzone sia al tuo vestiario. È così? Era voluta?”

“No, però devo dire che è una cosa molto sensibile, un bellissimo commento. Mi piace come cosa, assolutamente. Poi la canzone è molto spirituale quindi si presta. Se la vedete in quel modo mi fa piacere”

“È piaciuta tanto anche la tua esibizione nella serata delle cover con Gianluca Grignani. Molto intensa la vostra chimica, la vostra alchimia…

“È una rockstar. È stato pazzesco, in verità è stato tutto super improvvisato. Gianluca è incredibile, mi ha trascinato dentro e io l’ho seguito, vi dico la verità. Un tornado, mi sono divertito come un pazzo, la gente era infuocata. È stato bellissimo, me lo ricorderò per sempre.”

“È vero che, secondo alcuni rumors e voci di corridoio, ci sono state delle possibili tensioni dietro le quinte tra te e Gianluca Grignani. Le vuoi smentire?”

Sono proprio fake news fatte dai giornalisti per fare qualche soldo. Non c’era niente di vero: Io e Gianluca abbiamo un rapporto meraviglioso, lui è una persona così poetica. È pazzesco, poi vabbè, sapete come vanno le cose su internet: la gente per farsi cagare da qualcuno deve dire cavolate ma in verità lui è un grande ed eravamo super carichi. Eravamo dietro al palco a ridere fino ad un minuto prima.”

“Cosa hanno in comune Irama e Gianluca Grignani?”

“Quello che ho sempre visto di me in Gianluca, e per me è stato un onore veramente condividere il palco con lui, è questo dualismo, a livello metaforico questa sporcizia che trasuda verità e questa emotività disarmante. Il connubio tra queste due parti mi ha sempre emozionato. È una cosa sincera, nuda e cruda, nel bene e nel male però poi diventa emozionante e sensibile. ”

“Siamo contentissimi di questa chiacchierata con te. Per chiudere, ci dici chi secondo te è stato ed è il personaggio di questo Sanremo2022? Vale tutto, qualsiasi risposta.”

“Grignani.”

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare

Dopo sei anni Beyoncé torna con un nuovo album dal titolo “Renaissance”. L’uscita è prevista per il 29 luglio.
Prenotare le vacanze online comporta sempre un rischio truffe. Ne parliamo con Alessandro Petruzzi, vicepresidente Federconsumatori.